Il mio pallone è come il tuo

settembre 10, 2017

 

 

CATANIA  – Si è conclusa questa mattina nel porticciolo di San Giovanni Li Cuti, con un successo di presenze da record visto la bellissima giornata di sole, la XXI edizione de “Il mio pallone è come il tuo” manifestazione sportiva con finalità integrativo-sociale, promossa dall’associazione “Giampi”, con la XX traversata a nuoto per atleti disabili e non, da Ognina a S.G.Li Cuti. Davanti la Chiesa di Ognina, alle ore 10,30 ha avuto inizio la manifestazione, facente parte del programma dei festeggiamenti della Madonnina di Ognina.
Hanno partecipato alla traversata 87 atleti, tra disabili, Master, Assoluti ed appassionati del mare, impreziosendo la giornata, caratterizzata dalla volontà di farcela tutti insieme per onorare la Madonna di Ognina.
Alla partenza, dopo la solenne benedizione di padre Franco, il presidente Fabrizio Giuffrida, Loredana Patané  e Angelo Emme, hanno testimoniato la sempre forte attenzione del Comitato di Ognina e della Misericordia e Gruppo Frates. Presente il sindaco di Catania Enzo Bianco che ha trasmesso un messaggio di solidarietà verso tutti i partecipanti. Continuo e validissimo il sostegno della Capitaneria di Porto, Polizia, Vigili del fuoco, Associazione Katana della canoa polo di Ognina e dei gruppi volontari a mare.
Un folto pubblico ha applaudito l’arrivo di tutti i partecipanti, all’interno del piccolo porticciolo di San Giovanni Li Cuti.Tutti gli organizzatori, i partecipanti, gli accompagnatori e le famiglie si sono unite, come sempre, all’iniziativa, che è quella di promuovere l’uguaglianza dei diritti civili e la piena integrazione delle persone diversamente abili, subito dopo con la premiazione e festa sociale.
Al sindaco Bianco è stata donata una medaglia ricordo della manifestazione ed un’altra gli è stata affidata per consegnarla all’ispettore Licari come augurio di pronta e completa guarigione.

“Oggi ho avuto la fortuna di partecipare, come di consueto, alla manifestazione “Il mio pallone è come il tuo”, arrivata alla ventunesima edizione. È un evento che si svolge puntualmente ad Ognina nel mese di settembre, insieme alla traversata a mare per gli atleti disabili e non, quest’ultima giunta al ventesimo anno. È stata la festa dei sorrisi e della civiltà, segno di una città, Catania, che non si arrende di fronte alle difficoltà e, anzi, apre le porte ai propri figli, rendendoli partecipi come normalmente deve essere, grazie anche al lavoro straordinario dell’Associazione “Giampi“. Queste gare aiutano a dimostrare che non esistono barriere, non esistono limiti. Lo sport è così, sorprende sempre, anche e soprattutto in un mondo pieno di vincoli e pregiudizi. Partire e ripartire dallo sport è la missione di tutti, società civile e politica, per chi non vuole arrendersi di fronte ai troppi sguardi di disapprovazione verso i meno fortunati”. Lo  afferma Marco Forzese, capogruppo dei Centristi per la Sicilia all’Ars.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.