Attraversare alla circonvallazione rischio mortale

luglio 31, 2017

 

CATANIA – Rischiare la vita per raggiungere la Cittadella Universitaria. Per migliaia di studenti e professori questa ormai rappresenta la quotidianità. Una situazione che il sottoscritto Orazio Grasso, consigliere della municipalità di “Borgo-Sanzio”, ha più volte denunciato in passato. Per quanto grave, quindi, non deve stupire il tragico episodio dello scorso lunedì con un pirata della strada ricercato dalle forze dell’ordine e uno studente che lotta tra la vita e la morte. Eliminato il passaggio pedonale sopraelevato per fare posto al cantiere del viale Fleming e senza avere nessuna possibilità di ottenere i dossi o qualsiasi altro tipo di limitatori di velocità, l’unico modo per passare da una parte altra del viale Andrea Doria è utilizzare le strisce pedonali. Peccato che si trovino subito dopo il soprapasso della circonvallazione. Una zona d’ombra che non permette di vedere i pedoni se non nelle immediate vicinanze del passaggio pedonale. Così a causa della pendenza,delle ampie carreggiate e del lungo rettilineo molti guidatori scambiano la strada per un circuito automobilistico e sfrecciano ad alta velocità fino alle strisce pedonali dove si è costretti a brusche frenate. Se a questo ci aggiungiamo anche il mancato rispetto del codice della strada ecco che il quadro della situazione diventa completo. Una specie di tiro al bersaglio con i pedoni che rischiano di essere “asfaltati” da pazzi incoscienti sulle quattro ruote; anche se camminano all’interno delle strisce pedonali come nell’ultimo drammatico caso. Molte volte si è costretti a formare dei gruppetti, anche di una decina di persone, per essere facilmente individuabili dalle macchine ed attraversare la strada con maggiori possibilità di sicurezza. Chi osa farlo da solo rischia conseguenze come quella di meno di una settimana fa. Per tutte queste ragioni chiedo, quindi, che in prossimità dei passaggi pedonali del viale Doria sia garantita la presenza delle forze dell’ordine o, in alternativa, l’istallazione dei passaggi pedonali rialzati. Soluzioni che permetterebbero ad automobilisti e centauri di rispettare il limite di velocità che resta di 50 km/h.

Orazio Grasso, consigliere Municipale “Borgo-Sanzio”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.