Basket maschile, C silver: l’Alfa Catania sull’ottovolante

novembre 19, 2017

 

 

 

Alfa Basket Catania – Nova Virtus Ragusa 78 – 77

Alfa: Gottini 23, Ferrara, Signorello ne, Consoli, Riferi 3, Gemmellaro ne, Patanè 8, Arena 15, Kolonicny 16, Abramo 13. Allenatore: Bianca. Assistente: Taormina.

Ragusa: Simon 3, Di Natale 13, Carnazza 18, Ferlito 4, Canzonieri 8, Cannizzaro, Vacirca 2, Girgenti, Issidrou 14, Comitini 2, Bocchieri, Sorrentino 13. Allenatore: Di Gregorio. Assistente: Di Stefano.

Arbitri: Attard e Di Mauro di Priolo.

Parziali: 14-12, 31-36, 55-60.

CATANIA – Il pubblico del “Leonardo” trattiene il respiro. Undici secondi al suono della sirena. Ragusa (avanti di 3) intravede l’impresa in terra d’Etna. Luciano Abramo, mano caldissima e freddezza impressionante, rovescia il destino della gara. “Bomba” da tre che buca la retina e successivo tiro libero realizzato con estrema precisione. Un boato assordante. Un urlo liberatorio che si trasforma in gioia sfrenata quando gli ospiti si vedono “sputare” dal ferro il tiro della disperazione. Suona la sirena. La panchina “alfista” si getta in campo. I tifosi saltano tarantolati con il presidente Nico Torrisi, che festeggia un indimenticabile compleanno attorniato da amici e parenti. La capolista coglie l’ottava vittoria di fila e continua la sua fuga solitaria in vetta alla classifica del campionato di serie C Silver. Un successo conquistato con le unghie e con i denti contro un ottimo Ragusa ben messo in campo da coach Massimo Di Gregorio. Alfa Basket Catania più forte di tutto. Di un mai domo Ragusa, della fatica, delle assenze (Dennis Murphy, Loris Catotti e Alessandro Florio), degli acciacchi (Ciro Ferrara e Marco Consoli, quest’ultimo costretto ad abbandonare la contesa dopo 8 minuti e 30 per una distorsione ad una caviglia). Squadra rossazzurra diretta impeccabilmente in panchina dallo stratega Andrea Bianca coadiuvato da Salvo Taormina. L’head coach “alfista”
getta nella mischia, nel secondo parziale, il giovanissimo Gabriele Patané (classe 2001). Per nulla intimorito, il “baby” cestista catanese sgomita come un leone su ogni palla. Un esordio in C Silver da ricordare per l’ala rossazzurra, che realizza 8 punti e mette a segno anche una spettacolare “tripla”. Monumentale Teo Gottini (23 punti), qualità e sostanza al servizio dei compagni. Il numero 5 dell’Alfa imperversa in ogni zona del campo. Esce nell’ultimo quarto di gioco per 5 falli ed incita a gran voce la squadra dalla panchina. Grandissima prestazione anche di Daniel Arena (15 punti), che ricama il gioco, conclude a canestro e non dà respiro agli iblei. Partita da brividi dall’inizio alla fine con un’altalena di emozioni. L’Alfa va sotto anche di 10 punti. Reagisce, rimonta con carattere e determinazione. Passa avanti (+4), torna a -6, pareggia e metta la freccia con Luciano Abramo quando ormai stavano per scorrere i titoli di coda della partita. Alla fine, festa rossazzurra per una formazione quella alfista che sta sempre di più trascinando il pubblico. Poi tutti in campo, per un festoso terzo tempo, a base di torta, dolci e spumanti per festeggiare il presidentissimo Nico Torrisi e l’assistant Aldo Calabrese. Un doppio compleanno in casa della capolista Alfa Basket Catania. “Volevamo a tutti i costi vincere questa gara per dedicare il successo al presidente Nico Torrisi – afferma il direttore generale alfista Carmelo Carbone -. Sono davvero contento. E’ stata una partita intensa ed emozionante, giocata da due squadre ben preparate, sia dal punto di vista fisico sia dal punto di vista tecnico. Il nostro presidente ha potuto festeggiare il compleanno al termine di un incontro spettacolare, giocato col cuore da tutti i ragazzi. Sono altresì felice per Gabriele Patané, un ragazzo giovane e dal grande futuro. È il frutto dell’impegno che abbiamo preso ad inizio di stagione programmando l’inserimento dei giovani catanesi promettenti. La società sta raccogliendo i risultati del duro lavoro intrapreso l’anno scorso grazie alla professionalità portata dal coach Andrea Bianca, collaborato dall’esperto Salvo Taormina e dal giovane Aldo Calabrese con il supporto del preparatore fisico, Paolo D’Antone, e del team manager Mario Litrico. Bene tutti i giocatori. Immensi Teo Gottini e Daniel Arena. Adesso testa al Cus Catania e alle prossime importanti partite”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.