Catania, Corso Sicilia nel degrado

agosto 28, 2017

CATANIA –  Una denuncia da parte dei consiglieri comunali di Forza italia, Santi Bosco e Riccardo Pellegrino relativa al “degrado in cui è caduto il corso Sicilia, una volta la city di Catania, ha raggiunto livelli inaccettabili di vera e propria emergenza sociale e grave pericolo per i cittadini. Solo Bianco e la sua disamministrazione, impegnati come sono a inaugurare semafori e progettare costosissime fontane, non si accorgono di come questa centralissima via di Catania sia oggi trasformata in un vero e proprio suk, con bivacchi di fortuna realizzati sotto i portici, prostituzione e sporcizia”, che ha sta raccogliendo le sollecitazioni del Comitato di Corso Sicilia, un’aggregazione di numerosi cittadini, commercianti e professionisti abitanti nella zona e coordinati dall’avvocato Ivan Maravigna, hanno deciso di dare massimo risalto alla situazione in cui versa il corso Sicilia firmando la richiesta di un Consiglio comunale straordinario. Una seduta speciale dell’Assise civica tutta dedicata alla zona, che porti all’attenzione della città una situazione al limite dove schiamazzi, sporcizia, atti vandalici o violenti, sarebbero all’ordine del giorno. “Bianco ha completamente dimenticato la zona del corso Sicilia – continuano Bosco e Pellegrino – il cui svilimento e abbandono ben rappresenta plasticamente il suo fallimento da sindaco. La sua è un’amministrazione che pensa a progetti costosissimi e mal realizzati, come la pista ciclabile del lungomare, e poi scorda per esempio che in questa zona esiste una delle prime ciclabili realizzate a Catania, da piazza Stesicoro alla stazione, che oggi è devastata e invasa da auto e dalle merci degli ambulanti tanto da non poter più essere utilizzata”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.