Festa grande per San Gaetano alle Grotte

agosto 1, 2017

 

CATANIA – Nella Chiesa di San Gaetano alle Grotte, sita nella storica Piazza Carlo Alberto, sono state presentate le iniziative socio-culturali che si svolgeranno, dal 4 al 7 agosto, in occasione dei festeggiamenti in onore di San Gaetano da Thiene. Tali iniziative sono state promosse, in collaborazione con l’Associazione culturale “Argo”, grazie all’interesse mostrato da Don Antonino De Maria che, da quando ha assunto l’incarico di rettore della Chiesa, ha cercato di ridarle vigore coinvolgendo anche tanti giovani che hanno preso a cuore questo importante luogo sacro, primo insediamento religioso nella Città di Catania dedicato al culto Mariano. “In questi mesi tanti sono stati i visitatori, abbiamo anche partecipato a tre serate della “notte bianca dei musei” che ha visto l’apertura straordinaria con visita alla grotta, con una partecipazione dei catanesi che è andata oltre le aspettative. Più di 1.000 presenze. Quello che mi ha fatto piacere è che tanti abitanti del quartiere, stupiti e gioiosi nel rivederla riaperta e fruibile giornalmente, si sono premurati a portare piante e fiori che arricchiscono e danno colore alla chiesetta”, dice Don Antonino De Maria.

“I festeggiamenti e le iniziative – conclude Don Antonino De Maria – che si svolgeranno in onore di San Gaetano di Thiene sono importanti non solo dal punto di vista religioso ma anche culturale e di aggregazione perché siamo riusciti a restituire un piccolo gioiello monumentale alla nostra città” “Frequentavo la chiesa di San Gaetano sin da piccolo – racconta Dario La Rosa, membro dell’Associazione Argo – così quando Don Antonino De Maria è diventato rettore, sono stato ben contento di poter collaborare con lui per cercare di riportare al suo antico splendore questo tempio di culto ma anche di aggregazione sociale e culturale; questa chiesetta è sicuramente importante per gli abitanti del quartiere poiché rappresenta, insieme alla vicina parrocchia, un punto di riferimento. Così, insieme ad un gruppo di amici, in quattro mesi abbiamo portato avanti diverse iniziative ed ora, anche in collaborazione con l’Associazione culturale “Argo”, ci stiamo adoperando per organizzare la festa del Santo che è sicuramente il momento più importante per la comunità di San Gaetano da Thiene”.

All’interno della Chiesa, durante i festeggiamenti, sarà allestita una mostra d’arte sacra curata dalla Prof.ssa Daniela Costa, docente dell’Accademia delle Belle Arti Catania, e dalla Prof.ssa Liliana Nigro, docente storia del costume dell’Accademia delle Belle Arti di Catania.

“La mostra che esporremo in questi giorni – spiega Daniela Costa – è stata realizzata da artisti che provengono dall’Accademia delle Belle Arti di Catania, che esporranno delle opere che rappresentano il Cristo e i Santi in un percorso che si snoda tra la religiosità e l’aspetto sacrale”. “Sono stata molto contenta di prendere parte a questa iniziativa”, dice Liliana Nigro. “Quello che mi colpisce di più di questa Chiesa – continua la Nigro – è che sorge all’interno di uno dei siti più popolari della città, il “Mercato” quello che noi catanesi chiamiamo “Fera ‘O Luni”. Sono, infatti, convinta che l’unione tra sacro e profano avvenga proprio dove c’è questo pullulare di vite, di routine quotidiana. Per la mostra ho scelto due abiti che fanno parte della collezione dedicata a Sant’Agata e realizzati da due mie allieve dell’Accademia delle Belle Arti. Un abito si intitola “Agata Vergine e Martire” l’altro “ Candelora”, scelti appositamente per rafforzare il legame fra sacro e profano, perché la fede è contaminazione, aiuto, integrazione sociale. Io, l’Accademia, le due autrici dei costumi, Memy Cavallaro e Mariana Spinello, siamo qui appositamente per avere un Trait d’union fra noi, la religione, la consacrazione, la cultura e prima di tutto la gente”.

All’interno della chiesa vi è la statua di San Gaetano restaurata dal Prof. Luca Maugeri, docente di disegno e storia dell’Arte e dalla Prof.ssa Carmen Roberta Mannino, docente in discipline grafiche, pittoriche e scenografiche. “L’opera di restauro – spiegano i due docenti – è stata molto impegnativa. È stato un vero e proprio rifacimento fino ad arrivare alla reintegrazione pittorica seguendo l’iconografia antica. Il restauro, infatti, si è svolto in due fasi, la prima ha riguardato il consolidamento, la pulitura e il ripristino, dove è stato possibile, del vecchio restauro; nella seconda fase invece, si è proceduto con la ridipintura della statua secondo le tecniche cromatiche del tempo”. I festeggiamenti in onore del Santo si apriranno venerdì 4 Agosto, con una conferenza, alle ore  17,30 dal titolo: “Il Sacro alle Grotte di San Gaetano. La figura di San Gaetano da Thiene nel suo contesto storico”.

Interverranno:

Can. Antonino De Maria (Rettore Chiesa San Gaetano)

Prof. Rocco Giudice (Critico d’arte)

Prof.ssa Mirella Roccasalva Firenze (Iconografa)

Prof.ssa Liliana Nigro (Docente storia del costume Accademia belle Arti di Catania)

Prof. Luca Maugeri (Docente di disegno e storia dell’Arte, e restauratore della statua di San Gaetano)

Prof.ssa Carmen Roberta Mannino (Docente in discipline grafiche, pittoriche e scenografiche e restauratrice della statua di San Gaetano)

Modera: Prof.ssa Daniela Costa (Docente Accademia belle arti Catania)

Ore 19,00 S. Messa presieduta dal Rettore Sac. Antonino De Maria

Alla fine della Messa omaggio floreale dell’Associazione Paracadutisti di Catania e dei Vigili del Fuoco alla statua del Santo presente nel prospetto della Chiesa. A seguire inaugurazione mostra di arte sacra che sarà visitabile fino a Lunedì 7 Agosto e visita guidata a cura dell’associazione della catacomba.

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.