Daniele Samperisi, eroe di altruismo

dicembre 14, 2017

 

 

 

GIARRE. –  Un “Memorial per Daniele Samperisi”, giovanissima vittima della strada, è stato celebrato nel giorno di Santa Lucia nella sede del 1° istituto comprensivo “Giuseppe Russo” di Giarre. La manifestazione ricca e articolata ha avuto il suo momento clou nell’emozionante taglio del nastro e “svelatura” da parte degli emozionati genitori di Samperisi di una targa commemorativa all’ingresso della palestra del plesso “Michele Federico Sciacca”, che da ora in poi avrà il nome di Daniele. Il 20 ottobre scorso, nel Salone degli Specchi del Palazzo di Città l’Associazione “Daniele Samperisi Onlus”, nel ricordo di Daniele, prematuramente scomparso all’età di 23 anni in un incidente stradale, alla presenza del Sindaco Angelo D’Anna e dall’Assessore allo Sport, Turismo e Tempo Libero Piero Mangano, aveva consegnato ad 11 scuole giarresi dotate di palestre e al Comando dei Carabinieri di Giarre, altrettanti defibrillatori per essere utilizzati al servizio degli alunni e della collettività. I tre defibrillatori destinati al nostro istituto vennero consegnati alla dirigente, Prof.ssa Maria Novelli. L’istituto, con gratitudine ha deciso di intitolare la palestra alla giovane vittima della strada. Nel corso della manifestazione gli allievi del Coro di voci bianche dell’istituto, diretto dalle insegnanti Claudia Vitale – Anna Maria Marotta, hanno solennizzato il momento intonando gli inni d’Italia, d’Europa e di Sicilia, mentre la piccola orchestra della scuola secondaria di primo grado, “Friendly band”, diretto dalla professoressa Agnese Indelicato ha suonato “La vita è bella”, in memoria di Daniele, un giovane innamorato della vita. E’ seguito un balletto e un’esibizione di danza acrobatica delle allieve degli omonimi corsi “Friendly dance”, guidati dalla professoressa Giovanna Calvo. La serata si è conclusa con la premiazione dei vincitori il torneo di “Calcio Balilla”, organizzato dal prof Alfio Sorbello, che ha appassionato i ragazzi dell’Istituto. La dirigente, professoressa Maria Novelli, ha voluto ringraziare tutti i partecipanti al memorial e la famiglia Samperisi in particolare per il nobile gesto della donazione di strumenti talora indispensabili in una palestra e in una scuola per salvare vite umane. In rappresentanza dell’amministrazione comunale era presente l’assessore allo Sport, Piero Mangano, che si è associato ai ringraziamenti della dirigente ed ha manifestato il suo compiacimento per la lodevole iniziativa dell’intitolazione.
Daniele Samperisi, agente di Polizia Penitenziaria, nell’estate 2012, nella Scuola di Formazione di San Pietro Clarenza, stava svolgendo il corso di preparazione al giuramento previsto per il 26 luglio di quell’anno, ma la mattina del 19 luglio del 2012, mentre si recava a scuola a bordo della sua moto, a meno di un chilometro dalla stessa, venne investito frontalmente da una auto in contromano. Rimarrà aggrappato alla vita ancora per otto giorni, ma alla fine, il 27 luglio del 2012, cesserà di vivere. Nel 2009, a soli vent’anni, si era iscritto alla banca dati per la donazione degli organi: cuore, fegato, reni e pancreas sono stati trapiantati su quattro pazienti gravi a cui ha restituito una speranza di vita. L’Associazione che porta il suo nome, nel ricordo di quel gesto, donando i defibrillatori ha voluto dare un senso di continuità alla Sua vita terrena, promuovendo e diffondendo quei sentimenti e quei valori che ne hanno caratterizzato sino alla fine la sua esistenza.

Mario Pafumi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.