Food made in Sicily: Sfinci siciliani

novembre 17, 2017

Un dolce povero preparato con acqua, farina e lievito: gli sfinci, sono un dolce fritto, tipico della cucina siciliana.

Il nome “sfincia” infatti, deriva dal latino “spongia”, o dall’arabo “isfanǧ”, ovvero “spugna”, proprio per l’aspetto tipico di queste frittelle, dalla forma circolare imperfetta e morbide come una spugna. Si racconta, secondo una vecchia tradizione, che un tempo, gli sfinci venivano preparati dalla suocera per la nuora per cercare di “addolcire” i rapporti tra le due. Anche se un piatto semplice e di facile realizzazione, esistono diverse ricette in Sicilia per preparare le sfinci. C’è chi usa aggiungere al tradizionale impasto, delle patate bollite, altri invece, una volta fritte nell’olio, usano farcirle con ricotta zuccherata o cioccolato. Noi vi proponiamo la ricetta originale, quella che rappresenta pienamente la nostra tradizione.

Ingredienti:

– 1 kg di farina di grano duro 

– acqua tiepida q.b. (per un chilo di farina, circa 700 grammi di acqua)

– 1 cubetto di lievito per pane

– olio per friggere q.b.

–cannella q.b.

-zucchero semolato q.b.

In un contenitore dai bordi alti inserite la farina setacciata. Create una conca per adagiarvi il lievito, sciolto in poca acqua tiepida. Iniziate a impastare aggiungendo dell’acqua tiepida fino a quando non otterrete un impasto morbido, liquido, ma non troppo. Evitate di creare grumi e coprite il composto con della pellicola trasparente. Lasciate lievitare per circa 5 ore in forno spento solo con la luce accesa, fino a quando non avrà raddoppiato di volume e saranno comparse delle bollicine in superficie. Trascorso il tempo necessario scaldate in un pentolino o in una padella dai bordi alti, l’olio e portate quasi ad ebollizione, prelevate dal contenitore, una cucchiaiata abbondante di impasto e versatelo delicatamente nell’olio. Attendete qualche minuto e girate il dolce, per farlo cuocere da entrambi i lati  rigirandole a metà cottura per farle dorare e gonfiare completamente. Solo allora potrete scolare gli sfinci con una schiumarola. Quindi, posizionateli su un foglio di carta da cucina per farli scolare dell’olio in eccesso e ultimate la preparazione rotolando gli sfinci nella ciotola con zucchero semolato e cannella. Serviteli ancora caldi e buon appetito!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.