G7, Melo c’è. Come sempre.

maggio 26, 2017

 

CATANIA – Melo c’è. Immancabile. Come un democristiano al potere, come l’ultimo samurai: non ha abbandonato la posizione ed anche lui ha partecipato – in modo  discreto – al G7, che non è evento solo per i bipedi, sia chiaro. Nonostante le misure di sicurezza, la “bonifica” di tutto il centro storico, le preoccupazioni degli animalisti che temevano il rastrellamento di cani e gatti, le proteste dei buonisti comuni per i quali si è speso troppo in arancini e ricotta, Melo, “il custode dei benedettini“, cioè dell’ex monastero, da decenni facoltà universitaria, è stato puntuale e presente anche oggi ottenendo carezze che ha ricambiato scodinzolando. Insomma, è stato lui il più coccolato di tutti, alla faccia di prime donne avvolte nei fiori e principi consorti col sorriso forzato.

D.L.P.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.