Il Catania sfrontato e il timido Nino Pulvirenti

luglio 27, 2017

 

CATANIA – Stamattina, alle 11, a palazzo degli elefanti, presentazione ufficiale del Catania, con tutta la dirigenza, staff tecnico e calciatori, alla presenza del sindaco Enzo Bianco. Si ripete l’appuntamento dello scorso anno. Ieri, intanto, la prima amichevole ufficiale.

C’è anche Nino Pulvirenti tra gli spettatori della prima amichevole ufficiale del Catania. Affiancato da Pietro Lo Monaco, mimetizzato da un muretto a secco dalla parte opposta della tribunetta, il patron rossazzurro sta intensificando la sua presenza a Torre del grifo, in modo discreto cerca di sondare il terreno e percepire gli umori della tifoseria. Indifferenza, per il momento:il tentativo di un tifosissimo, suo omonimo, di suscitare un applauso o quanto meno un po’ di solidarietà per il conduttore dei “treni del gol” non ha riscosso alcun consenso. Dopo un po’ l’ex presidente si è defilato e probabilmente la conferenza stampa con la quale vorrebbe chiedere perdono urbi et orbi ha subito un ulteriore rinvio.

Tifosi più numerosi sul campo centrale di Torre del grifo, almeno cinquecento, sotto un cielo nuvoloso che ha reso tollerabile il cado. Bene i rosazzurri contro il Paternò. In evidenza Ciccio Lodi che ha dispensato assist con generosità, lanci di cinquanta metri con precisione millimetrica ed ha segnato gol di ottima fattura, su calcio piazzato e con palla in movimento. Un Lodi tirato a lucido che sembra n grado di colmare quel gap di qualità e quantità a centrocampo che si è registrato nelle ultime due stagioni. Bene anche Davis Curiale che ha mostrato già una buona intesa con Valerio Anastasi. In palla Andrea Mazzarani che, però, si è fatto beccare dal pubblico ed ha rischiato di scatenare un paio di risse perché mal sopportava la grinta degli avversari che, come si sa, in queste sembrano giocare la partita della vita. I rossazzurri nel complesso hanno destato una buona impressione, dimostrando di trovarsi sul campo con una certa facilità e di riuscire nelle sovrapposizioni degli esterni in fase d’attacco, in particolare con Djordjevic, che magari non è sempre precisissimo, ma di certo non si tira indietro.

Il risultati finale è stato di 9-1, con reti al 2′ Mazzarani, 14′ Lodi, 27′ Curiale, 34′ Lodi, 45′ Marletta, 47′ Rossetti, 52′ Bacaloni, 59′ Russotto, 65′ Pozzebon, 69′ Russotto

CATANIA (3-5-2) P.T.: Pisseri; Lovric, Tedeschi, Bogdan; Semenzato, Caccetta, Lodi, Mazzarani, Djordjevic; Curiale, Anastasi. All. Lucarelli

CATANIA (3-5-2) S.T. Martinez; Parisi, Bogdan (70′ Noce), Bacaloni; Di Grazia, Da Silva, Bucolo, Biagianti, Zabala (dal 73′ Merkaj); Rossetti (dal 61′ Pozzebon), Russotto. All. Lucarelli. Mentre il Paternò si è schierato con: Gulisano; Balsamo, urso, Viglianisi, Chiavaro, trovato,Emanuele, Barberi, Randis, Marletta, Frittitta. A disposizione: Lavenia, Nicotra, Castelli, Guarnera, Mascali, Chiglien, Longhitano, Santangelo. Allenatore Coppa.

Per quanto riguarda il mercato si è chiuso il capitolo Francesco Ripa, il perché lo spiega Pietro Lo Monaco: “La trattativa fino a qualche giorno fa sembrava chiusa con l’ex Juve Stabia, tanto che mi sono espresso positivamente, quasi annunciandolo, ma prima delle firme il calciatore ha cominciato a cambiare le carte in tavola chiedendo di più e poi manifestando alcune problematiche familiari. Ieri sera sono stato molto cattivo con il suo agente mandando una email di fuoco. Chi viene da noi deve sapere che indossa una maglia gloriosa e deve essere orgoglioso di farlo. Se invece pensa solo che sia una questione economica meglio che cambi strada. Troveremo un’altra soluzione per l’attaccante, per il resto il mercato in entrata è chiuso”.

Definita la seconda amichevole pre-campionato del Catania: venerdì 28 luglio, a Torre del Grifo, i rossazzurri affronteranno il Giarre, formazione guidata dall’allenatore Gaetano Mirto ed ai nastri di partenza del prossimo campionato regionale di Eccellenza. Fischio d’inizio alle 17.30, gara a porte chiuse (Campo 1).
Il Catania guidato da mister Lucarelli affronterà giovedì 3 agosto, a Torre del Grifo, l’Equipe Sicilia: l’allenatore Manuele Domenicali opporrà ai rossazzurri una formazione di calciatori attualmente svincolati, reduci da esperienze nei campionati professionistici, nei tornei giovanili nazionali e nelle principali categorie dilettantistiche. Fischio d’inizio alle 17.30, amichevole a porte aperte: l’accesso alla tribuna sarà consentito, in considerazione della capienza omologata, fino ad esaurimento dei 1392 posti disponibili.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.