La cucina etica e il no all’estorsione, la storia dello chef Pietro Parisi

gennaio 12, 2018

 

 

 

 


MILANO – Pietro Parisi, chef di fama internazionale, lunedì 15 gennaio ore 18,30 interverrà a Milano all’interno del suggestivo ex convento Palazzo delle Stelline di MilanoParisi, si è formato alla corte di “mostri sacri” della cucina mondiale, come Alain Ducasse e Gualtiero Marchesi, e ha avuto prestigiose esperienze in Italia, Francia, Svizzera e negli Emirati Arabi. Dopo la scelta di rientrare nel Belpaese si è sentito dire più volte “Ma chi te l’ha fatto fare tornare a casa?” Lui racconta che i soldi, la fama, le stelle non possono competere con una cosa: la condivisione familiare. 

“C’è una cosa che caratterizza molto il sud, ed è la condivisione familiare. È difficile staccarsi da questa grande bolla amorevole, ogni volta che sei lontano da casa ti manca qualcosa. Dubai e New York non potevano competere con tutto questo”. Lui però ha sì deciso di tornare nella sua terra, la Campania, regione molto difficile e bistrattata, e, a fatica, la sta valorizzando. Lo chef Pietro Parisi è stato uno dei vincitori come migliore divulgatore della 14° edizione del “Premio del Gusto” dell’Associazione Stampa Estera in Italia a che si è tenuto lo scorso 18 novembre ad Alba, “per la sua ricerca del bene di tutti a contro ogni pregiudizio e perchè ha utilizzato la sua passione culinaria per valorizzare la sua terra, le sue tradizioni e per rendere i giovani orgogliosi di essere nati lì”.

Parisi ha aperto il suo primo ristorante, “Era ora”, Palma Campania, in quella parte della provincia di Napoli che va sotto il nome di “Terra dei fuochi”, ha scritto due libri, è ospite in varie trasmissioni televisive,  è stato nominato testimone di diritti umani dalla Lunid, ha cucinato per il Presidente della Repubblica, per Michelle Obama, collabora con Unicef e Slow Food, e i prodotti degli artigiani della sua zona grazie a lui, sono venduti in Business class American Airlines.  Ne avrà avuti di buoni motivi per tornare a casa e decidere di lavorare duramente qui, o no? 

Cultura e Cibo, le tematiche protagoniste dell’intervista con la giornalista Giuliana Avila Di Stefano e il “cuoco contadino” Pietro Parisi che si terrà lunedì 15 gennaio ore 18:30 a Palazzo delle Stelline di Milano corso Magenta n° 61 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.