Milano: incendio in un deposito di stoccaggio

luglio 25, 2017
|Martina Pumo|
MILANO – Fumo nero e odore acre invadono la zona di Comasina – Bruzzano a Milano. Da ieri, un incendio ha invaso dalle fiamme il deposito di stoccaggio EcoNova , numerosi i vigili del fuoco, quindici le squadre al lavoro fino dai primi minuti del terribile incidente le cui cause sono ancora da accertare. Per tutta la notte hanno lavorato, sul posto è presente anche il nucleo Nbcr (nucleare – biologico – chimico – radiologico) dei vigili del fuoco, per assicurarsi la non presenza di sostanze pericolose. Il titolare conferma che non erano presenti, all’interno del deposito interessato dalle fiamme, rifiuti pericolosi ma soltanto rifiuti di plastica. Lo stesso odore che invade la città e i milanesi confermano di sentirla fino in Duomo e Città Studi. Molte le zone pericolanti della struttura, gravi i danni subiti come già in precedenza era accaduto nel 2013 nella medesima azienda. Nessun ferito ma i pompieri hanno ritenuto opportuno evacuare il palazzo vicino e il comune ha definito non agibile e pericoloso l’Asilo in via Merloni, chiudendolo a causa anche della grossa colonna di fumo nero che dall’azienda e dal rogo si innalza nel cielo, visibile anche a grande distanza. Già nella notte sono stati fatti degli accertamenti sulla salubrità dell’aria, i quali non hanno rivelato nulla ma altri dati verranno resi noti a breve.
Il comune raccomanda di non uscire se non strettamente indispensabile e di chiudere le finestre, soprattutto nelle zone interessate a causa del fumo ancora presente nonostante il fuoco domato. Alle 14,00 il vento spinge e allontana il fumo dalle zone abitate, ancora non sono stati resi pubblici i risultati degli accertamenti effettuati da Arpa i quali verranno resi pubblici nelle prossime 72 ore. In accordo con Ats Milano sarà installato un secondo campionatore ad alto volume. Il comune ribadisce l’importanza di proteggersi, chiudendo le finestre. L’articolo è in aggiornamento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.