Morbillo, potenziati gli ambulatori vaccinali

aprile 8, 2018

 

 

 

Daniele Lo Porto

CATANIA – Apertura degli ambulatori vaccinali in tutta la provincia anche il sabato mattina e raddoppio del servizio dal prossimo mercoledì a Catania, viale Fleming e San Giorgio, Sant’Agata li Battiati e Giarre. Sono questi i primi interventi decisi ieri mattina nel corso di un tavolo tecnico convocato dal direttore generale dell’Asp, Giuseppe Giammanco. In questo modo si cercherà di contenere l’epidemia di morbillo in atto sul territorio catanese che ha provocato quattro morti da dicembre ad oggi, gli ultimi due casi in appena due settimane. Inoltre, sono state definite le priorità per migliorare i percorsi organizzativi e la gestione dei casi in piena condivisione con i pediatri di libera scelta e i medici di medicina generale, i Presidi Ospedalieri del territorio provinciale e le Aziende Ospedaliere della Città. Individuate nuove strategie per consolidare la collaborazione con l’Ufficio Scolastico provinciale e i dirigenti scolastici. Presso tutti i punti prelievo dell’Asp di Catania sarà, inoltre, possibile effettuare gratuitamente (da mercoledì 11 aprile) la ricerca anticorpale per il morbillo, per i soggetti adulti non vaccinati al di sotto dei 50 anni. Istituito, infine, un punto di informazione e assistenza per l’utenza con una e-mail dedicata: info-scuole.vaccini@aspct.it.

Stamattina, l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, sarà in visita all’Ospedale Garibaldi Centro di Catania dove è prevista una riunione per fare il punto della situazione sui casi di morbillo. “Si tratta di una ricognizione già programmata per avere un monitoraggio costante relativo all’area del Catanese – spiega Razza –. Sarà un incontro propedeutico, con alcuni specialisti e dirigenti sanitari, in vista del tavolo tecnico programmato per martedì 10 a Palermo che contribuirà a fare ulteriore chiarezza anche alla luce del rilievo mediatico che ha assunto la vicenda”. Alla riunione, prevista per le 16.30, parteciperanno il direttore generale dell’Asp di Catania, Giuseppe Giammanco con il direttore sanitario Francesco Luca, il responsabile del Dipartimento prevenzione Antonio Leonardi ed il responsabile della Uoc di Epidemiologia, Mario Cuccia; il commissario dell’Arnas Garibaldi, Giorgio Santonocito con Bruno Cacopardo, primario del reparto Malattie infettive dell’Ospedale Garibaldi Nesima e Sergio Pintaudi, referente per il Biocontenimento e la Sicurezza sanitaria regionale.

Venerdì prossimo, infine, si terrà su iniziativa del sindaco Enzo Bianco, la Conferenza dei Direttori generali delle aziende sanitarie cittadine per discutere delle morti per morbillo a Catania. La riunione era stata annunciata ieri dal sindaco di Catania Enzo Bianco dopo aver sentito la ministro della Salute Beatrice Lorenzin e l’assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza. La percentuale delle vaccinazioni a Catania è superiore alla media nazionale.

Dal Giornale di Sicilia

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.