Omicidio Giordana, resta in carcere l’assassino

luglio 25, 2017

|Katya Maugeri|

CATANIA – Nessuna comunità di recupero, niente arresti domiciliari per Luca Priolo, l’assassino di Giordana Di Stefano resta in carcere. “Oggi la mia bambina danza” a dichiararlo è Vera Squatrito, madre di Giordana,  uccisa il 6 ottobre 2015 da Priolo con 48 coltellate dopo l’ultima sentenza nella quale viene rifiutata la richiesta del legale di Priolo. Era stato richiesta per l’assassino, una pena da scontare presso la comunità di Don Mazzi agli arresti domiciliari, mentre il pm Alessandro Sorrentino chiede l’ergastolo poiché si sostiene fortemente che l’assassino abbia compiuto l’atroce gesto in piena consapevolezza a ventiquattro ore dalla prima udienza per stalking a suo carico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.