Politica, delegazione jonica protagonista al Congresso Nazionale di Fratelli d’Italia

dicembre 7, 2017

 

 

 

TRIESTE –  Si è tenuto nei giorni scorsi  il secondo Congresso Nazionale di Fratelli d’Italia, la massima assise del partito, con oltre 4.000 delegati arrivati da tutta Italia nella città simbolo della lotta per l’identità nazionale.
I momenti principali del Congresso sono stati segnati dalla relazione della presidente Giorgia Meloni -riconfermata per acclamazione- e la votazione unanime del nuovo simbolo, dove scompaiono i riferimenti ad Alleanza Nazionale e al Movimento Sociale Italiano, ma trova maggiore spazio l’antica fiamma tricolore.
I delegati sono stati sono stati inoltre chiamati ad eleggere i componenti dell’Assemblea Nazionale, organo composto da 450 membri che indirizza la linea politica e programmatica del partito.
Tra i 5 rappresentanti della provincia di Catania all’Assemblea Nazionale è stato nominato anche Pietro Aci, quale rappresentante della zona jonico-etnea, una nomina sponsorizzata dall’assessore mascalese e co-coordinatore provinciale del partito Alberto Cardillo, candidato alle ultime regionali e più votato della lista di Fratelli d’Italia nei Comuni jonico-etnei.
“Pietro è persona saggia -dichiara Cardillo- e per far crescere un partito c’è bisogno anche di gente con esperienza, di meritocrazia, di unità. Certamente rappresenterà al meglio il nostro territorio e la cultura della destra sociale e popolare all’interno dell’Assemblea Nazionale”.
Per Fratelli d’Italia adesso si apre una fase due, così come ribadito anche dalla Meloni.
“Le regionali siciliane -continua Cardillo- hanno dato dimostrazione di come si possa vincere parlando al popolo con i temi della destra nazionale, senza annacquamenti. La prova del governo dimostrerà che gli uomini che abbiamo proposto all’elettorato non deluderanno le aspettative, a partire dal presidente Nello Musumeci, passando dal nostro Assessore al Turismo, l’ottimo Sandro Pappalardo, fino ad arrivare al nostro gruppo parlamentare che vede anche la presenza dell’amico On .Gaetano Galvagno eletto nel collegio di Catania.
Sono convinto che con serietà, rigore e unità, riconfermeremo il radicamento di FdI anche alle Politiche e alle Amministrative, ed è per questo che lavoriamo in assoluta armonia e comunione d’intenti con il coordinatore provinciale Manlio Messina e tutti gli altri dirigenti del partito siciliano”.
“Ringrazio il partito per la fiducia riposta in me -commenta Pietro Aci- ed in modo particolare gli amici e delegati Alberto Cardillo e Giuseppe Nicotra. Continueremo a lavorare perché la zona jonica possa contribuire alla crescita del partito. Partiti da zero nel 2013 siamo arrivati all’ottimo risultato di Cardillo alle regionali, il quale non è un punto d’arrivo ma una fase della crescita di FdI sul nostro territorio che continuerà nel futuro”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.