Polizia postale troppo efficiente, meglio chiuderla

giugno 5, 2017

 

ROMA – “Proprio oggi a Catania, la Polizia postale ha scongiurato un insano gesto da parte di una sedicenne, sollecitata da un coetaneo di Cosenza ad applicare le contorte regole del gioco dell’orrore: il Blue Whale. Ci complimentiamo con la Polizia postale di Catania, per l’ennesima azione a tutela della collettività. E’ però paradossale apprendere in questi giorni dal Coisp, sindacato indipendente di Polizia, l’ipotesi di chiusura di diversi uffici della Polizia postale in tutta Italia, su iniziativa del Dipartimento della pubblica sicurezza. Se così fosse, sarebbe davvero insensato!” E’ quanto afferma il deputato siciliano di Forza Italia, Basilio Catanoso che, a tal proposito, ha rivolto un’interrogazione al Ministro dell’Interno.
“Al di là del controllo costante di quel che accade nella sempre più sterminata e oscura ‘rete’, l’abnegazione degli uomini e delle donne che lavorano negli uffici della Polizia postale del nostro Paese, ha consentito lo smantellamento di associazioni criminali di pedofili e sfruttatori – prosegue l’on. Catanoso -. Quella postale, pertanto, è una specialità della Polizia di Stato che dovrebbe essere semmai potenziata, attraverso la dotazione di mezzi efficaci ed efficienti che stiano al passo con i tempi e non, invece, ridotta ai minimi termini”.
“Se fosse vera la notizia comunicata dal Coisp, occorre rivedere il piano di razionalizzazione sul territorio degli Uffici della Polizia di Stato e, in particolare, della Polizia postale” chiude l’on. Catanoso.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.