Raccontano le vittime del santone

novembre 9, 2017

CATANIA – Una vera e propria setta quella gestita da Pietro Alfio Capuana, il santone della comunità “Associazione Cattolica Cultura e ambiente di Aci Bonaccorsi” che si proclamava incarnazione di un arcangelo e che, con l’aiuto di tre donne, ha plagiato ragazzine minorenni per avere rapporti sessuali con loro e arrestato lo scorso agosto. Seconda giornata dell’incidente probatorio disposto dal Gip di Catania Anna Maria Cristaldi con l’interrogatorio di sei ragazzine, all’epoca dei fatti tutte minorenni, nell’ambito dell’inchiesta ’12 apostoli’ su Pietro Capuana il ‘santone’ settantenne ancora detenuto per violenza sessuale ai danni di numerose ragazze che frequentavano la comunità. L’imputato ha presenziato all’udienza e ha assistito all’interrogatorio delle parti offese, finite nell’indagine della polizia postale.
Il Gip concluderà l’incidente probatorio nell’udienza di martedì prossimo 14 novembre durante la quale saranno ancora sentite altre quattro vittime. La Procura è stata presente in aula con il sostituto Laura Garufi. Il legale delle parti lese è il penalista Tommaso Tamburino. L’imputato è difeso dall’avvocato Mario Brancato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.