Sanità, manager e gare milionarie: troppi interessi

luglio 14, 2017

 

 

 

PALERMO – “La disfida all’interno della maggioranza di Crocetta sulle nomine nella Sanità è legata essenzialmente alla volontà di boicottare le indicazioni dei nuovi manager e dei commissari straordinari. Ci sono fin troppi interessi che dividono in questi giorni, basti pensare alle gare per centinaia di milioni sulle pulizie negli ospedali che verranno esperite tra agosto e settembre. Sono argomenti questi dovrebbero tenere alta l’attenzione dell’Anac e degli organi di
controllo. E’ molto chiaro comunque che sulle nomine il regolamento dell’Ars sulla convocazione delle Commissioni parlamentari non sia stato osservato per rendere nullo il procedimento di nomina, che ricordo a tutti prevede il parere obbligatorio della I commissione, per completare l’atto di conferimento dell’incarico di vertice delle Aziende sanitaria. C’è una manina che vuole mandare tutto a carte quarantotto. Ma ritengo che sulla scelta dei manager e dei commissari
le violazioni siano state tante, a partire da una mancata verifica sull’operato degli stessi come prevedeva l’Agenas”. Lo afferma Marco Forzese,  capogruppo dei Centristi per la Sicilia all’Assemblea regionale siciliana.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.