Siracusa, troppo pubblico per Rane e Ficarra e Picone si scusano

luglio 3, 2017

 

 

 

SIRACUSA – Troppi spettatori per Ficarra e Picone e  la commedia «Rane» in scena al teatro greco di Siracusa, viene interrotta due volte. Gli spettatori presenti erano ben più dei posti disponibili, in molti si sono dovuti arrangiare creando non pochi problemi di sicurezza, davanti ad una macchina organizzativa che non ha saputo affrontare l’emergenza. Lo spettacolo, inserito nel 53esimo ciclo di rappresentazioni classiche della Fondazione Inda, è iniziato in ritardo per via dell’incredibile affluenza di spettatori.

Molte persone hanno urlato «vergogna» quando Ficarra e Picone, protagonisti della commedia, sono usciti in scena. I comici palermitani hanno interrotto di recitare nel tentativo di calmare il pubblico. Dai fischi si è passati agli applausi. Ficarra ha dialogato con il pubblico spiegando che sarebbe stato rimborsato il biglietto a chi non era soddisfatto. Poi lo spettacolo è continuato. Le maschere hanno provveduto a far rispettare le norme di sicurezza evitando che il pubblico potesse sedersi in prossimità delle uscite di sicurezza.

Le scale occupate dagli spettatori

Dal botteghino hanno comunicato che sono stati staccati 5.381 biglietti su una capienza massima dell’antica cavea di 5.610. Stasera era la giornata siracusana, biglietto unico a 15 euro. Nel corso della serata sono stati rimborsati 56 biglietti. Inspiegabile, quindi, il sovraffollamento.

In basso, le vie di fughe occupate dagli spettatori

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.