Vigile in coma, sempre in gravi condizioni. Domani manifestazione di solidarietà

settembre 8, 2017

 

CATANIA – Restano gravi le condizioni dell’ispettore Luigi Licari, in coma farmacologico da domenica notte, quando è stato ricoverato nell’Ospedale Cannizzaro di Catania, in seguito all’aggressione subita da un “branco” in via del Rotolo. Un ventenne ha confessato di aver dato una manat al vigile, ma di non poter avere provocato una contusione così grave. I medici del Reparto di animazione mantengono riservata la prognosi.

“Ho seguito la vicenda con apprensione, affetto e speranza sin dal primo momento”. Così il sindaco di Catania Enzo Bianco che ha ricevuto oggi a Palazzo degli Elefanti i familiari dell’ispettore dei Vigili urbani Luigi Licari.
“Pur essendo consapevole che i medici e gli operatori sanitari lo stanno assistendo con ogni dovuta attenzione – ha detto il sindaco – sono con loro in costante contatto per essere sempre al corrente delle condizioni del nostro Ispettore. Gli siamo vicini. Luigi Licari è un vigile che opera con professionalità ma anche con cortesia e gentilezza; spero che quello che gli è accaduto possa, alla fine, essere da sprone a tutti i cittadini onesti e per bene di Catania per lottare contro tutte le forme di bestiale violenza, di prepotenza, di criminalità”
“Abbiamo voluto incontrare il sindaco Bianco – ha dichiarato Matteo Licari, fratello dell’ispettore ferito – per dirgli che lo sentiamo vicino insieme con tutta l’Amministrazione comunale, il comandante Sorbino, il Corpo della Polizia municipale e la città tutta. Il sindaco era venuto a trovarci in ospedale noi abbiamo voluto ricambiare la visita come segno di riconoscenza per l’affetto e l’attenzione dimostrata nei confronti di Luigi. Abbiamo avuto dal Sindaco rassicurazioni sul fatto che questo sforzo, questa vicinanza nei confronti della famiglia proseguirà, e che l’Amministrazione è determinata a individuare, per quanto di sua competenza, i responsabili di questo infame delitto”.

Il sindaco Enzo Bianco, inoltre, raccogliendo un invito pubblico di AddioPizzo Catania, ha deciso di aderire alla battaglia sulla certezza della pena, senza la quale, secondo l’associazione antimafiosa, il senso di sfiducia dei cittadini nella Giustizia è destinato a crescere. “Sono convinto – ha detto Bianco – che l’iniziativa di AddioPizzo non sia affatto sbagliata e approvo la loro petizione. Per questo, in quanto presidente del Consiglio nazionale dell’Anci, chiederò ai sindaci italiani che si troveranno concordi di firmare per la certezza della pena”.

“Il mio più sincero e sentito plauso alle Forze dell’ordine di Catania per aver arrestato l’aggressore dell’ispettore Licari. Il vile e sconsiderato gesto che ha ridotto in coma l’ispettore della Polizia municipale non poteva e doveva rimanere impunito e così è stato. L’estrema  professionalità e la capacità operativa delle Forze dell’ordine italiane, nonostante le gravi carenze di uomini e mezzi, sono state ancora una volta ribadite concretamente dal loro operato che, così come avvenuto con l’arresto dell’assassino del bracciante di Palagonia, rassicura i cittadini dimostrando che lo Stato c’è.”. Lo dichiara l’on. Salvo Pogliese, coordinatore provinciale di Forza Italia ed europarlamentare.

Infine, la manifestazione prevista per oggi pomeriggio in piazza Nettuno, su iniziativa di alcuni cittadini, è stata rinviata a domani, alle 18, in via del Rotolo, a causa del maltempo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.