Aci Castello, terremoto politico per alto tradimento

febbraio 25, 2019

 

 

 

Daniele Lo Porto

ACI CASTELLO – Terremoto politico all’ombra dei faraglioni, a due mesi dalle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale e del sindaco. Filippo Drago, che non potrà essere rieletto, perché al secondo mandato, tuona contro tre suoi assessori ai quali ha chiesto di presentare questa mattina le dimissioni per…”alto tradimento”. “Ho appena ricevuto la notizia che alcuni componenti della nostra maggioranza, in particolare tre rappresentanti delle liste che hanno sostenuto le mie due elezioni a sindaco e questi dieci anni di mandato, hanno firmato un accordo programmatico-elettorale diversi esponenti dell’attuale minoranza che per ben due volte abbiamo sconfitto alle urne – ha dichiarato Drago, nella foto -. Ritengo questo sia un tradimento rispetto a quella volontà di continuare insieme un percorso per la nostra comunità, sulla scia di quanto di buono è stato fatto fino ad ora.  È un tradimento nei confronti della mia carica istituzionale e di tutti quei concittadini che hanno creduto nel nostro progetto di rilancio della comunità.  Adesso dagli assessori Salvatore Danubio, Massimiliano Di Modica e Sebastiano Romeo, mi aspetto le dimissioni già da lunedì (cioè oggi, ndr)”. Ma i diretti interessati non sembrano intenzionati a restituire le deleghe. “In questi ultimi dieci anni non è mai venuta a mancare la lealtà da parte di Massimiliano Di Modica, del consigliere  Santo Grasso e del coordinatore comunale della  Lega, Angelo Murabito al sindaco Drago e appunto per questo nessuno sta tradendo alcun mandato elettorale. Si è deciso collegialmente replica Di Modica –  in maniera assai condivisa, 11 consiglieri comunali, il presidente del Consiglio comunale e 3 assessori su 4, di sostenere Carmelo Scandurra del Pd come sintesi della volontà cittadina”.  Così viene sostanzialmente ufficializzata la candidatura del centrosinistra che segue quella di  Antonio Maria Bonaccorso, consigliere uscente e attivo del Movimento 5 stelle, che ha già annunciato circa due settimane fa  la sua candidatura: “Vogliamo incidere sulle scelte politiche del territorio e dare pari attenzione alle 4 frazioni del Comune”, ha dichiarato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *