"Agata, la Santa fanciulla", kolossal tra fede e storia

"Agata, la Santa fanciulla", kolossal tra fede e storia

CATANIA – E’ un giusto mix di fede, tradizione religiosa e storia, quello messo in scena da  Giovanni Anfuso, in uno splendido e inconsueto palcoscenico: la monumentale Chiesa di San Nicolò l’Arena, dopo l’esordio, nel 2020, nella Badia di Sant’Agata, altro gioiello barocco incastonato nel centro storico. Lo spettacolo ripropone intatte le emozioni della prima edizione, sia per i catanesi doc che conoscono e amano la loro Patrona, esempio di coraggio e determinazione, sia per i turisti che potranno così scoprire oltre alla maestosità del tempio, anche Colei che è riferimento, da secoli, per i concittadina e non solo, essendo venerata in tante città italiane e all’estero.

“Agata, la Santa fanciulla – aggiunge il regista Giovanni Anfuso – mette insieme il Martirio e il depistaggio organizzato per evitare che la corona di Riccardo cuor di Leone, quella per intenderci che orna la testa del busto reliquiario della Patrona, venisse riportata a Londra dai militari britannici sbarcati in Sicilia nel 1943. Ma il pubblico ha colto perfettamente il sentimento contro la guerra. L’esempio di Agata ha un valore, la Patrona è pacificatrice e ci spinge, tutti, ad essere portatori di pace.  Mi sono molto emozionato non tanto e non solo per i grandi applausi ma proprio per la commozione che si percepiva passasse dagli attori agli spettatori”.

Gli interpreti sono stati lungamente applauditi: Barbara Gallo (Madre Mirella), Davide Sbrogiò (Quinziano), Angelo D’Agosta (James Lanciano), Alessandro Romano (Orazio Pennisi), Giulia Messina (Agata), Santo Santonocito (San Pietro), Sebastiano Tinè (Melvin Konner), Greta D’Antonio (Antonietta), Luciano Fioretto (Corifeo), Elena Ragaglia (Afrodisia), Francesco Rizzo (Silvano). Del Coro fanno parte: Vittoria Scuderi, Ilenia Scaringi, Mariachiara Di Giacomo, Francesca Castro, Giuliana Cantone, Giuliana Catania, Andrea Gigante, Manuela Grimaldi e Gloria Trischitta.  Consensi per i costumi di Riccardo Cappello, le musiche di Nello Toscano, i movimenti scenici di Fia Distefano, le luci di Davide La Colla. Aiuto regista dello spettacolo è Agnese Failla.

Oltre agli spettacoli serali – gli organizzatori consigliano di bloccare subito i biglietti su Boxoffice Sicilia ( www.ctbox.it ) – sono previsti infatti matinée a prezzo ridotto per gli studenti.  Gli ingressi serali – disponibili anche nel botteghino prima di ogni replica – costano 18 euro e 50. Compreso il diritto di prevendita, quelli dei matinée costano invece 9 euro.

Altre informazioni sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/AgataLaSantaFanciulla/ o chiamando o scrivendo su Whatsapp  al 347/6380512. 

Le foto di scena sono di Santo Consoli.

D.L.P.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *