All'Aeronautico Ferrarin lezione di sport e legalità

All'Aeronautico Ferrarin lezione di sport e legalità

CATANIA – “Il calcio e lo sport in generale come educazione alla legalità”, questo il tema dell’incontro che ha coinvolto gli studenti dell’Istituto aeronautico Ferrarin e qualificati relatori. Dopo il Comprensivo Pestalozzi, l’associazione Catania Rossazzurra ha potuto riproporre lo stesso tema, importante per la formazione di studenti e cittadini, grazie all’immediata disponibilità del dirigente scolastico Patrizia Pittalà, coadiuvata dall’intero corpo docente e in particolare dal prof. Gianni Di Bella. Il Catania SSD, come in altre occasioni, ha partecipato con entusiasmo a questa inconsueta lezione con due tra i massimi dirigenti, il vice presidente e amministratore delegato, Vincenzo Grella, e il direttore sportivo Luca Carra, protagonisti della straordinaria impresa della squadra rossazzurra nel campionato di serie D in corso, dopo la costituzione di una nuova società, grazie all’impegno economico dell’imprenditore siculo-australiano, Rosario Pelligra. I dirigenti hanno trasmesso agli studenti l’importanza del rispetto delle regole, sottolineando un grande senso di appartenenza alla comunità catanese.

Le finalità dell’incontro sono state sottolineate, davanti a studenti interessati e partecipi, dal presidente di Catania Rossazzurra, avvocato Enzo Ingrassia, e poi approfondite dall’avvocato Francesco Attaguile, già sindaco di Catania, e da Sebastiano Sorbello, già procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Asti.  A fare da “collante” il presidente di Sicilia al vertice, Nello Russo, nella foto con la preside Pittalà, fondatore e per molti anni presidente della pluripremiata Orizzonte di pallanuoto femminile.

“Sulla spinta di un ritrovato entusiasmo per i colori rossazzurri – ha sottolineato Enzo Ingrassia – continueremo a promuovere iniziative socio culturali volte a valorizzare, soprattutto nei più giovani, la diffusione della cultura sportiva basata sui principi di solidarietà e lealtà”.

 

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *