Amministrative, Giuseppe Gelsomino: “Positivo il bilancio amministrativo di Enzo Bianco”

giugno 7, 2018

 

 

 

CATANIA– Giuseppe Gelsomino, 28 anni, laureato in Economia aziendale internazionale e specializzato in Economia politica e management internazionale, appassionato di politica sin da ragazzo, ha iniziato  la sua attività prima a livello studentesco e successivamente in quello universitario. Candidato per la prima volta al Consiglio comunale di Catania nella lista “Catania 2.0”.

A suo parere quali sono le problematiche all’interno del Comune da affrontare con la massima urgenza?

Prima di tutto vorrei che ci fosse più coesione tra il centro della città ed i quartieri. Non è possibile vedere ancora oggi zone di Catania che sono dei veri e propri ghetti, naturalmente, il centro è il “salotto” della città, ma non è possibile indirizzare tutti gli investimenti del Comune o di altri enti per la sola riqualificazione del centro storico.  Vorremmo fare spostare l’attenzione, anche mediaticamente, verso quei quartieri che sono il vero cuore di Catania, ridotti in condizioni inaccettabili. Altra priorità è sicuramente la questione rifiuti, sia per il decoro urbano che per la nostra stessa salute. Sono soddisfatto che sia stata avviata nelle zone del centro la raccolta differenziata dei rifiuti, anche se penso che si potrebbe ancora lavorare per cercare di rendere il servizio più efficiente, come il collocamento dei vari contenitori di rifiuti ( plastica, carta, vetro ecc.) per ogni condominio, così da rendere la raccolta dei rifiuti più semplice sia per le ditte che se ne occupano, ma soprattutto per i cittadini.

Che ruolo possono avere i giovani all’interno della politica?

“Spesso sentiamo dire il motto “largo ai giovani”, poi appena essi iniziano a darsi da fare, vengono prontamente criticati per la loro poco esperienza. Io personalmente, credo di poter dare un contributo importante per la mia città, non solo per aver studiato la gestione degli enti pubblici durante il mio percorso universitario, ma per essere sempre stato attento a quelle che erano le problematiche che coinvolgono la mia città.

Un suo parere sul lavoro dell’Amministrazione Bianco di questi 5 anni?

Sicuramente positiva, dato che il sindaco aveva ereditato la città in una situazione a dir poco critica dopo l’Amministrazione Stancanelli: la città che era totalmente al buio, impiegati comunali rimasti senza stipendio per lassi di tempo lunghissimi. La Giunta  Bianco è riuscita a risolvere questi problemi, e sulla questione ponte, dove il centrodestra ha fatto punto fondamentale della sua campagna elettorale, a parer mio è stato fatto un ottimo lavoro, riuscendo a risolvere un’ emergenza notevole in poco tempo”.

E sul “caso fontana Gioeni”?

“Può piacere, può non piacere, non è questo il nodo della questione. E’ importante che si sia qualificata una parte importante della città, che dopo l’abbattimento del ponte era rimasta degradata. Dal punto di vista scenografico ha un bell’impatto soprattutto per chi di sera sale da via Etnea. Credo che le polemiche siano alimentate dalla campagna elettorale. Dai prossimi giorni, sono sicuro, la fontana piacerà a molti più catanesi”.

Fabrizio Lo Porto

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *