Amministrative, Riccardo Pellegrino: “Sanatoria sui tributi per i commercianti indebitati”

maggio 27, 2018

 

 

 

CATANIA – Sanatoria sui tributi per gli esercenti indebitati, creazione di un’apposita Commissione per tutelare i venditori ambulanti dalla ‘Bolkestein’, la direttiva Ue  in vigore dal 2020, riqualificazione e riportare la legalità nell’area del Corso Sicilia.

Questi i principali obiettivi di Riccardo Pellegrino per rilanciare il commercio nel centro storico cittadino. Stamattina, il candidato sindaco di ‘Un cuore per Catania’ – accompagnato dagli assessori designati e dai candidati al consiglio comunale e alla Municipilità – ha effettuato una visita, durata oltre due ore, allo storico mercato di piazza Carlo Alberto.  Pellegrino ha ascoltato le esigenze degli operatori e illustrato la propria ‘ricetta’ per ridare linfa alla ‘Fera o’ luni’ e ai mercati storici cittadini. “Serve una sanatoria sui vari tributi per gli esercenti e gli ambulanti indebitati, con il recupero del 30-40% del debito che va spalmato su 5 anni, senza interessi e sanzioni”, ha affermato il candidato sindaco aggiungendo che “contemporaneamente va istituito un fondo di solidarietà a supporto dei casi più gravi”.

Pellegrino poi si è soffermato sulla ‘Bolkestein’ che “regolamenterà qualunque tipo di concessione comunale, dai taxi agli stabilimenti balneari passando appunto dal singolo posto nei mercati cittadini”. “Oggi queste  concessioni vengono assegnate attraverso una procedura quasi privatistica – ha ricordato il consigliere comunale uscente, sottolineando che “con l’entrata in vigore della direttiva Ue tutto passerà da una gara pubblica a cui potrà partecipare non solo chi ha già un’attività, ma anche chi non ha mai esercitato”. Secondo Pellegrino “dovrà essere dunque nostra cura tutelare i possessori monoreddito delle concessioni, con la creazione di una commissione di esperti perché l’alternativa è che tutto finirebbe nelle mani di grosse aggregazioni a danno dei piccoli e medi ambulanti”.

Terza priorità, non meno importante, è quella relativa alla riqualificazione e alla sicurezza della zona del corso Sicilia. “Le condizioni di quello che era uno dei salotti cittadini non sono più tollerabili. Bisogna garantire il decoro dell’intera area che insiste sul corso Sicilia, eliminando abusivismo e la diffusa microcriminalità, attraverso una maggiore presenza delle forze dell’ordine, con in testa la polizia municipale, perché le regole vanno rispettate sempre”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *