Fallimentare la gestione delle partecipate del Comune di Catania

aprile 27, 2018

 

 

 

 

 

 

CATANIA – “La querelle che si è innescata di recente tra i vertici dell’Asec, l’azienda comunale partecipata che gestisce la fornitura di gas in città, ed il Comune di Catania, è l’evidente certificato del fallimento di quest’amministrazione comunale nella gestione delle partecipate.” Lo affermano il segretario generale territoriale della Ugl etnea, Giovanni Musumeci, ed il segretario provinciale della federazione Ugl chimici Carmelo Giuffrida, prendendo posizione su una vicenda che da tempo il sindacato denuncia senza avere mai risposta dalle istituzioni competenti. “In diverse occasioni siamo intervenuti sulla conduzione dell’Asec per denunciare operazioni scarsamente trasparenti, adesso assistiamo allibiti ad una vera e propria guerra sulla riconferma del direttore generale Giovanna D’Ippolito tra la stessa presidenza e l’ente comunale. Siamo fermamente convinti che non si debba perdere tempo, operando secondo quanto prevede la normativa con la pubblicazione di un bando di concorso per l’assunzione del nuovo direttore. Questa diatriba, che peraltro vede coinvolti anche organi burocratici dello stesso Comune, ci preoccupa e non poco anche in funzione dell’imminente gara d’ambito e delle difficoltà che sta vivendo la trade, nonché per la condizione in cui si trova la struttura aziendale, chiamata a gestire una rete ormai colabrodo. Chiediamo – concludono Musumeci e Giuffrida – che venga fatta subito chiarezza, nel pieno interesse dei lavoratori, dell’azienda e principalmente dei cittadini, ma soprattutto come organizzazione sindacale pretendiamo assoluto rispetto delle partecipate. Non possiamo, infatti, più tollerare che queste aziende siano oggetto della spartizione dei posti di sottogoverno e rappresentino, spesso e volentieri, motivo di tristi diatribe tra gruppi politici. Auspichiamo, quindi, che immediatamente la situazione rientri nei canoni dell’assoluto rispetto delle leggi e che la politica venga lasciata fuori dalle società partecipate e della loro funzione al servizio della cittadinanza.”

Francesca Garigliano presidente del CDA dell’Asec Spa, ha organizzato una conferenza stampa in programma sabato alle ore 10,00, per chiarire la vicenda che la riguarda, in seguito alla comunicazione di avvio del procedimento di revoca per giusta causa, del 20 aprile 2018, da parte dell’Amministrazione comunale. 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *