Asp Catania, campagne di comunicazione: rettificato l’avviso pubblico e chiariti gli aspetti controversi con Assostampa

agosto 2, 2018

bty

 

 

 

 

 

 

CATANIA – Con delibera n. 2809, il direttore generale dell’Asp di Catania, Giuseppe Giammanco, ha rettificato l’Avviso pubblico (approvato con delibera n. 1370/2018), per la formazione di graduatoria attraverso procedura selettiva finalizzata all’assegnazione di incarichi libero professionali per diversi profili da utilizzare per la pianificazione e l’organizzazione di campagne informative dell’Asp di Catania. Per mero errore di trascrizione sia nel titolo come nelle premesse del citato Avviso pubblico è stata riportata la dicitura “campagne informative”, di competenza dell’Ufficio stampa aziendale, in luogo di “campagne di comunicazione”.

Per queste ragioni l’Avviso è stato rettificato riportando quest’ultima espressione ed evidenziando che il ricorso ai profili professionali da selezionare è finalizzato a dare supporto alla promozione del sistema salute di cui ai progetti di PSN che non rientrano nelle attività di informazione. Le domande di partecipazione già presentate dai singoli candidati entro i termini di scadenza previsti dall’avviso medesimo sono comunque salve.

La decisione di provvedere a rettificare l’Avviso pubblico era stata comunicata dal direttore generale dell’Azienda sanitaria catanese nel corso di un incontro con il segretario provinciale dell’Assostampa, Daniele Lo Porto, e con il presidente del Gruppo uffici stampa Sicilia, Francesco Di Parenti, svoltosi il 19 luglio presso i locali della Direzione generale dell’Asp di Catania.

Sull’Avviso pubblico l’Assostampa Catania aveva, infatti, sollevato delle perplessità relativamente alle attività da svolgere che, per i vertici provinciali del sindacato dei giornalisti, sarebbero state speculari a quelle assegnate agli Uffici stampa; e ai soggetti ai quali sarebbe stato conferito l’incarico che, in quanto non giornalisti, non lo avrebbero potuto svolgere pena il configurarsi dell’ipotesi di reato di esercizio abusivo della professione.

Nel corso della riunione – alla quale ha partecipato il direttore dell’UOC Stato giuridico, Programmazione e acquisizione risorse umane, Santo Messina – in un clima di collaborazione, sono stati chiariti gli aspetti controversi e sono state approfondite le questioni attinenti al ruolo degli Uffici stampa in sanità, rilanciando l’attenzione reciproca alla valorizzazione delle competenze e alla individuazione di livelli organizzativi efficienti ed efficaci per l’Asp di Catania.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *