Avellino - Catania 3-6 Esordio con i fuochi d'artificio

Avellino - Catania 3-6 Esordio con i fuochi d'artificio

AVELLINO-CATANIA 3-6

Marcatori: 22’ Di Piazza, 29’ Lodi, 34’ Albadoro, 50′ Di Piazza, 69′ Welbeck, 72′ Mazzarani, 75′ Bucolo, 78′ Di Paoloantonio, 80′ Di Paoloantonio  (r) 

AVELLINO (3-5-2):  Abibi 5; Celjak 5, Palmisano 5, Morero 5; Zullo 5, Di Paolantonio 6,5, Rossetti 5 (Silvestri 60’ sv) Albadoro 6, Micovschi 5; Alfageme 5,5 (Petrucci 85’ sv), Laezza 4,5. Allenatore: G. Ignoffo 5.

Catania (4-3-3): Furlan 6; Biondi 6, Saporetti 5,5, Silvestri 5,5, Pinto 6; Dall’Oglio 6 (Mazzarani 6,5), Lodi 6,5,  Llama 6 (Welbeck 6); Sarno 6 (Catania 6), Di Piazza 7 (Curiale sv) Di Molfetta 6,5 (Bucolo 6). Allenatore: Camplone 7

Arbitro: De Santis 6,5

Ammoniti: Dall’Oglio e Furlan.

AVELLINO – Buona la prima, anzi ottima. Non poteva esserci esordio migliore per i rossazzurri in formazione rimaneggiata, contro un Avellino anch’esso con parecchi assenti per problemi di tesseramento. Risultato vistoso, ma ampiamente meritato per il Catania, che dopo aver fallito diverse occasioni da rete, ha poi, finalmente, aggiustato la mira e realizzato gol di ottima fattura. Vincente la scelta del tecnico Camplone di far partire titolare Di Piazza, che si è esaltato con una doppietta, al posto di Curiale. Buona prestazione di Lodi e degli altri atleti entrati a partita in corso, capaci di ottenere il successo personale come Mazzarani, Bucolo e Welbeck. Al di là delle prestazioni dei singoli, la squadra etnea è apparsa già a un buon punto di rodaggio: gioco veloce, corta, sovrapposizioni sulle corsie esterne. Un po’ distratta la difesa  perchè subire tre reti, anche se due a risultato ormai acquisito è una leggerezza non da poco. Il tecnico, intanto, ha ottenuto il suo primo obiettivo: partire alla grande e ad Avellino, nonostante non fosse facile, il risultato sottolinea una bella prestazione.

“Mi aspettavo una gara non facile e così è stato contro un buon Avellino, ordinato, che chiudeva gli spazi. Noi abbiamo cercato di alzare i ritmi e dopo aver sbloccato il punteggio è stato tutto più facile. La nostra unica pecca è di aver mollato dopo il 6-1, ma c’è da dire che il caldo, la condizione fisica e il primo match del campionato possono aver influito – ha dichiarato Andrea Camplone a fine partita –  Faccio i complimenti alla squadra perchè non è facile vincere così al debutto. Ci troviamo in un girone difficile e noi non partiamo in pole position per la B. Ci proveremo a vincere il campionato ma ci sono altre squadre più attrezzate di noi. Ritengo che Bari, Catanzaro, Ternana e Reggina hanno rose importanti. In C si vince anche con le panchine lunghe e oggi si è visto come chi è subentrato ad Avellino è stato determinante”

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *