Paganese - Catania 2-5 Lucarelli sta esagerando


Daniele Lo Porto

E ora non si potrà dire che l’attacco segna poco, mentre la difesa appare spesso “leggerina” e deconcentrata e anche Pisseri, pur bravissimo e capace di parate salvapartire, non è più assolutamente impeccabile. ma poi, tutto questo, potrebbe essere relativo, l’importante è che il Catania dà continuità alla vittoria di sabato scorso, compie un’altra impresa corsara su un campo tutt’altro che facile com’è quello di Pagani, e esagera, sì, esagera, con ben cinque reti messe a segno. Doppietta su calci piazzati di Ciccio Lodi, che non rinuncia a scendere in campo e gioca alla grande, splendida traiettoria alla Del Piero del peperino Di Grazia, due reti consecutive, centro di Ripa che trova la rete quando non ha ancora giocato neanche due minuti e zampata vincente di Aya, che ti autoconsola dopo che l’arbitro lo aveva punito per un rigore inesistente.

Catania bello esteticamente, ma poco concreto nel primo tempo, tanto che Lucarelli a fine partita s’ arrabbia con i suoi, più pratico e cinico nella ripresa , quando dilaga. Si torna a casa con tre punti pesanti, si mantiene il passo del lecce, che prima o dopo dovrà fermarsi, si ricomincia una serie positiva che bisogna allungare il più possibile. Il Catania, insomma, c’è e lo potrà confermare anche contro il Catanzaro.

Mister Cristiano Lucarelli, a fine partita:  “Sono meticoloso, rompiscatole e  arrabbiatissimo. Nel primo tempo ho visto poca fame, troppi tacco e punta. Mi arrabbio con i miei soprattutto perché hanno fatto 5 gol in 38′. Io non sventolo i gol realizzati, non vengo in sala stampa con il petto in fuori. Bisogna fare di più, non mi accontento.  Spero che il gol  aiuti Ripa dal punto di vista psicologico, ancora non è pronto. Gli avversari si battono, ma non  è una questione di 4-3-3 o 3-5-2, ma mentale, di approccio alla gara. Bisogna adattarsi all’avversario”.

 
Marcatori: 32′ Regolanti (P), 49′ Di Grazia (C), 62′ Ripa (C), 78′ Lodi (C), 83′ Scarpa (P), 86′ Aya (C), 89′ rig. Lodi (C)

PAGANESE (4-3-3) Galli 5,5; Pavan 5,5 (dal 72′ Carini sv), Piana 5,5, Meroni 5, Della Corte 5; Tascone 5,5 (dal 72′ Negro sv), Carcione 6, Scarpa 6; Talamo 6 (dal 58′ Maiorano 5,5), Regolanti 6 (dal 72′ Baccolo sv), Cesaretti 6. All. Favo 6.

CATANIA (4-3-3) Pisseri 7; Semenzato 6, Aya 6, Bogdan 6,5, Djordjevic 6,5 (dal 58′ Marchese 7); Caccetta 7 (dal 79′ Tedeschi sv), Lodi 7,5, Biagianti 6,5 (dal 58′ Mazzarani 6); Di Grazia 7 (dal 72′ Bucolo 6), Curiale 5,5 (dal 58′ Ripa 6,5), Russotto 6. All. Lucarelli 7,5.
ARBITRO: Sozza 5

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *