Tanto rumore per nulla


 
 
Daniele Lo Porto

CATANIA – Tanto rumore per nulla. O meglio, la quiete dopo la tempesta. Insomma, alla fine – tra minacce di provvedimenti da parte di Pietro Lo Monaco e scuse pubbliche del mister – Cristiano Lucarelli resta l’allenatore del Catania. Anche ieri il tecnico ha diretto l’allenamento a Torre del grifo, in un clima di apparente serenità. Trascorsi già tre giorni dall’umiliante disfatta di Monopoli, appare ormai improbabile il cambio della guardia sulla panchina rossazzurra.  Secondo rumors dell’ambiente nessuno tra i “papabili” avrebbe completamente convinto la dirigenza, né sarebbe stato disponibile di accettare un percorso tutto in salita perché migliorare un secondo posto, con la battistrada che vola, non è impresa certo facile.

A far pendere l’ago della bilancia a favore di Lucarelli sarebbe stato, oltre che l’appoggio di Cristian Argurio, la riconfermata fiducia da parte del gruppo, nel complesso contrario al cambio di conduzione tecnica. Tutto sommato una dimostrazione di fedeltà che la dirigenza etnea ha ben accolto, perché scottata dall’esperienza della scorsa stagione, quando mandando via Rigoli si voleva dare un cambio di passo, ma poi si ottenne, invece, il risultato opposto. Sarebbe, invece, ininfluente, il problema economico di ingaggiare, seppure per pochi mesi, un altro tecnico.

A confermare indirettamente la decisione della società è la conferenza stampa convocata oggi pomeriggio da Pietro Lo Monaco, nel corso della quale saranno sicuramente puntualizzati alcuni aspetti, pubblici e privati, che hanno preceduto e seguito la trasferta di Monopoli.

Il turno di riposo a questo punto deve   servire per recuperare i rapporti interni al club e quelli con la tifoseria e migliorare la condizione atletica di alcuni calciatori, forse perché tra i più anziani, che in queste ultime partite hanno dato un contributo limitato sul piano della corsa. Sui “senatori” ricade anche parte della responsabilità per le recenti prestazioni negative, come contro il Cosenza al Massimino.

Dal Giornale di Sicilia

0 Comments

  1. Caro direttore ,ti voglio ricordare un vecchio proverbio nostrano : FALLA COMU VOI SEMPRE CUCUZZA RESTA .Ormai il C.C.Catania e`diventato un club incredibile societariamente parlando. Nessuno gli da piu` fiducia specialmente in campo dirigenziale (tutto questo viene avallato dal ritorno di Lo Monaco tanto inviso al presidente Pulvirenti ).Secondo me bisognerebbe mettere a fuoco cosa sta` succedendo nei meantri della societa`.Una volta i giocatori pensavano solo a giocare e cercare di farlo nel migliore dei modi;oggi prima pensano alla “grana” e poi a metterci le gambe. A buon intenditore poche parole.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *