Calcio Catania, Lo Monaco: “Il campionato non è finito: promozione ancora possibile”

febbraio 23, 2019

 

 

 

CATANIA – Situazione economica difficile e di classifica certo non esaltante. Pietro Lo Monaco ci ha messo la faccia, come sua abitudine, in un momento particolarmente critico per la società e per la squadra. Entro il 16 marzo bisognerà versare 900.000 euro, nel contempo l’amministratore delegato rossazzurro ribadisce la ferma volontà di conquistare la Serie B, perché darebbe una collocazione più adeguata al Calcio Catania che in terza serie è una realtà assolutamente sottodimensionata. D’altra parte l’attuale proprietà non ha certo risparmiato risorse per lottare per la promozione, mentre non ci sono proposte per rilevare la società, anche perché il patrimonio immobiliare di Torre del grifo comporta un impegno economico-finanziario importante. “Abbiamo evitato tre anni fa il fallimento e questo è già un miracolo – ha sottolineato Lo Monaco in sala stampa -, grazie ai sacrifici dell’attuale proprietà, ma adesso non so dove sbattere la testa, lo ammetto”.

Ma prima delle scadenze contabili di metà marzo, ci saranno altri conti da fare quadrare, e non meno importanti, sul campo. La squadra è sicuramente al di sotto delle aspettative, non solo nei confronti della Juve Stabia che ha preso subito il largo e non sembra mostrare segni di affaticamento, ma anche di altre dirette avversarie come Trapani e Catanzaro che contendono, in un serrato sprint, il secondo posto. Capitan Marco Biagianti, protagonista di una eccezionale stagione, come l’altro componente della vecchia guardia, Ciccio Lodi, alla promozione diretta ci crede ancora, a condizione che il rendimento in trasferta migliori e sia più costante. Prossimo banco di prova la Viterbese, avversario non certo arrendevole, come d’altronde non lo è stata neanche la Paganese, appena domenica scorsa, al Massimino, nonostante l’ultima posizione in classifica, la lunga striscia negativa e almeno 5 titolari indisponibili. Andrea Sottil, intanto, ha perso Calapai, uno degli elementi più in forma, per una lesione muscolare che lo terrà lontano per qualche partita. In compenso il tecnico recupera Sarno che potrebbe dare una marcia in più sulla corsia esterna offensiva, grazie a  velocità e piede buono.

Dal Giornale di Sicilia

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *