Tra rabbia e delusione si torna, finalmente, in campo

settembre 13, 2018

 

 

 

Daniele Lo Porto

CATANIA – “Ritengo che un commento sulla successione degli incontri, in questi casi, serva a poco: un campionato si articola nei mesi, affronti tutte le squadre e non sei mai in grado di prevedere lo stato di forma del momento. Spiccano le tre trasferte nelle prime quattro giornate ma va bene, non è un problema. Abbiamo voglia di giocare e siamo pronti a farlo, scenderemo in campo con grande consapevolezza, massima ambizione, entusiasmo, orgoglio e determinazione. Disputeremo quattro partite nell’arco di undici giorni e ben dodici nei primi due mesi del torneo, passeremo quindi da una situazione in cui sono mancati a lungo gli impegni ufficiali, dopo la Coppa Italia, ad una caratterizzata da tante partite ravvicinate – dichiara il tecnico rossazzurro – ma questo vale per tutti, non solo per il Catania. Affronteremo ogni gara pensando che sia la più importante e questo tour de force sarà la migliore occasione per evidenziare la competitività e l’omogeneità ad alti livelli della rosa allestita dalla società. In B sarebbe stato bello per tutti e giusto, lo sappiamo, ma adesso è tempo di pensare alla C e ricordare a noi stessi che siamo venuti qui per giocare in questa categoria e per centrare l’obiettivo, al termine di un campionato che sarà certamente tosto e duro. In questi giorni trasformeremo un pizzico di rabbia per il mancato ripescaggio in una sana cattiveria agonistica ed ulteriore energia”.  Così Andrea Sottil, il tecnico del Catania, commenta il calendario ufficializzato ieri mattina. Prima giornata, martedì 18, in trasferta a Monopoli, poi domenica 23 derby al Massimino contro il Siracusa. Finalmente si comincia a parlare di calcio giocato, dopo che ieri si erano scatenate la rabbia dei tifosi sui social con commenti più che taglienti sul golpe di metà agosto operato dai pupari del calcio italiano. Tra i bersagli Fabbricini e Balata, ma anche Franco Frattini. Lapidario il commento di capitan Marco Biagianti, manifestato tramite un post: “I cani festeggiano sui leoni credendo di aver vinto, ma i cani restano sempre cani e i leoni restano leoni”. Nel caso specifico l’elefante rossazzurro tornerà a barrire presto, sui campi di calcio, ma anche nelle aule dei tribunali, sportivi e ordinari.

L’amministratore delegato, Pietro Lo Monaco, com’è nel suo stile, non fa giri di parole, né si scherma dietro la diplomazia: è sempre diretto e schietto, a volte forse troppo: “Il Catania non è rimasto così scioccato, prendiamo atto dello sconcio che c’è in giro. Il calcio italiano è gestito sempre dai soliti noti e va alla deriva, si è persa la certezza del diritto e delle regole, che possono essere bypassate dall’oggi al domani. Non pensavo, però, che si osasse tanto. Trovo, invece, gravissima la posizione del presidente del Collegio di Garanzia Frattini che si è dichiarato soccombente nella votazione, perché voleva una Serie B a 22 squadre e non a 19 come stanno portando avanti i vertici della Serie B. Dimenticano che un campionato così ridotto si traduce in dispendio economico a mio avviso. I format vanno cambiati, lo sanno tutti, perché il calcio professionistico non regge la quantità di squadre che c’è. Ma con i tempi giusti e nel rispetto delle regole. A gestire il tutto ci sono sempre gli stessi pupari, che governano in un non governo. L’uomo che potrebbe essere l’espressione del 73% è Gabriele Gravina. Mi auguro che le componenti non si disgreghino davanti alla politica dei pupari. Spero che anche l’Asso Calciatori non si tiri indietro all’ultimo momento”, ha dichiarato un irato Lo Monaco.

Intanto, il filone giudiziario non è finito: stamattina udienza al Tar Lazio: i magistrati dovranno valutare il ricorso di un gruppo di tifosi etnei che si ritengono danneggiati dalla serie B a 19 squadre, ma è poco più che un’azione di disturbo.

Per quanto riguarda il calendario di Serie C, ricordiamo che il Catania sarà impegnato in casa il 31 ottobre, per la Coppa Italia di Serie C, contro la vincente tra Catanzaro e Rende.

1ª giornata: 

Monopoli-Catania 

andata: martedì 18 settembre 2018 al “Vito Simone Veneziani”

ritorno: domenica 30 dicembre 2018 allo stadio “Angelo Massimino”

2ª giornata:

Catania-Siracusa 

andata: sabato 22 settembre 2018 allo stadio “Angelo Massimino”

ritorno: domenica 20 gennaio 2019 al “Nicola De Simone”

3ª giornata:

Matera-Catania

andata: martedì 25 settembre 2018 al “XXI Settembre – Franco Salerno”

ritorno: mercoledì 23 gennaio 2019 allo stadio “Angelo Massimino”

4ª giornata:

Rende-Catania 

andata: sabato 29 settembre 2018 al “Marco Lorenzon”

ritorno: domenica 27 gennaio 2019 allo stadio “Angelo Massimino”

5ª giornata:

Catania-Vibonese 

andata: sabato 6 ottobre 2018 allo stadio “Angelo Massimino”

ritorno: domenica 3 febbraio 2019 al “Luigi Razza”.

6ª giornata:

Casertana-Catania 

andata: sabato 13 ottobre 2018 allo stadio “Alberto Pinto”

ritorno: domenica 10 febbraio 2019 allo stadio “Angelo Massimino”

7ª giornata:

Catania-Trapani 

andata: martedì 16 ottobre 2018 allo stadio “Angelo Massimino”

ritorno: mercoledì 13 febbraio 2019 allo stadio “Provinciale”

8ª giornata:

Paganese-Catania

andata: sabato 20 ottobre 2018 al “Marcello Torre”

ritorno: domenica 17 febbraio 2019 allo stadio “Angelo Massimino”

9ª giornata:

Catania-Viterbese Castrense 

andata: sabato 27 ottobre 2018 allo stadio “Angelo Massimino”

ritorno: domenica 24 febbraio 2019 allo stadio “Enrico Rocchi”

10ª giornata:

Potenza-Catania 

andata: sabato 3 novembre 2018 allo stadio “Alfredo Viviani”

ritorno: domenica 3 marzo 2019 allo stadio “Angelo Massimino”

11ª giornata:

Catania-Catanzaro

andata: sabato 10 novembre 2018 allo stadio “Angelo Massimino”

ritorno: domenica 10 marzo 2019 al “Nicola Ceravolo”.

12ª giornata:

Juve Stabia-Catania

andata: sabato 17 novembre 2018 allo stadio “Romeo Menti”

ritorno: domenica 17 marzo 2019 allo stadio “Angelo Massimino”

13ª giornata:

Catania-Reggina

andata: sabato 24 novembre 2018 allo stadio “Angelo Massimino”

ritorno: domenica 24 marzo 2019 allo stadio “Oreste Granillo”

14ª giornata:

Riposo

andata delle nove gare del turno: domenica 2 dicembre 2018

ritorno delle nove gare del turno: domenica 31 marzo 2019

15ª giornata:

Bisceglie-Catania 

andata: domenica 9 dicembre 2018 al “Gustavo Ventura”

ritorno: domenica 7 aprile 2019 allo stadio “Angelo Massimino”.

16ª giornata:

Catania-Virtus Francavilla

andata: mercoledì 12 dicembre 2018 allo stadio “Angelo Massimino”

ritorno: domenica 14 aprile 2019 al “Franco Fanuzzi” di Brindisi.

17ª giornata:

Sicula Leonzio-Catania 

andata: domenica 16 dicembre 2018 al “Sicula Trasporti Stadium”

ritorno: sabato 20 aprile 2019 allo stadio “Angelo Massimino”

18ª giornata:

Catania-Cavese 

andata: domenica 23 dicembre 2018 allo stadio “Angelo Massimino”

ritorno: domenica 28 aprile 2019 al “Simonetta Lamberti”

19ª giornata:

Rieti-Catania 

andata: mercoledì 26 dicembre 2018 al “Centro d’Italia – Manlio Scopigno”

ritorno: domenica 5 maggio 2019 allo stadio “Angelo Massimino”.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *