Ripescaggi, Frattini assicura che le regole saranno rispettate

 

 

Daniele Lo Porto

CATANIA – Dopo giorni di silenzio, complice anche la pausa di ferragosto, il presidente del Collegio di garanzia del Coni, Franco Frattini, esce allo scoperto con un messaggio social che può essere interpretato come una speranza per il Catania, se la serie B partirà a 22 squadre. “Il diritto non sarà né morto né sepolto, l’udienza del 7 settembre deciderà il destino della serie B e se i ricorrenti avessero ragione le partite di recupero sarebbero semplicissime. Le regole saranno rispettate”, ha scritto Frattini. Il club etneo, intanto, che ha dissotterrato l’ascia di guerra con la conferenza stampa romana continua sulla linea dura: “In queste ore depositeremo le nostre denunce. La prima in ambito amministrativo riguardante la contestazione di quello che è stato l’iter in Lega. Poi contestualmente partiamo con una denuncia penale nei confronti degli interessati perchè ci sono tutti gli estremi. Noi perseguiremo in tutte le sedi i responsabili per una decisione che ha fatto la storia del calcio ma al contrario – ha dichiarato l’amministratore rossazzurra a itasportpress -. Oggi ci vuole un intervento deciso da parte del governo nazionale perchè tutto il contesto sta dimostrando di perseguire una strategia volta a dividere i proventi tra pochi e comandare. Un sistema avvolto nel caos dove tutto il calcio è commissariato. Così ci sarà sempre un uomo solo al comando che vuole spadroneggiare. Tutto a discapito del calcio che è assalito da un improvviso benessere con l’arrivo di Cristiano Ronaldo che sta portando soldi a pochi club di Serie A e non a tutti. Poi succede che nelle categorie come la B e la C e anche la D, che sono la base del nostro calcio per numero di tifosi e passione, le regole vengono cambiate in tre minuti, lo stesso tempo di una partita a briscola”.

Anche l’Associazione italiana calciatori, da parte sua, sembra pronta ad incrociare le gambe e impedire l’avvio del torneo di serie B e anche quello di C dove la confusione non è certo da meno. Si preannuncia, da qui al 7 settembre, un’estate calcistica caldissima, incandescente, ma segnata anche dall’incertezza. La campagna acquisti del Catania, ad esempio, si è praticamente bloccata quando si è prospettata la possibilità del ripescaggio in Serie B e l’organico attuale potrebbe essere ulteriormente ritoccato a seconda della categoria di assegnazione.

Ieri, intanto, dopo tre giorni di riposo dopo la netta affermazione in Coppa Italia contro il Verona, il Catania è tornato ad allenarsi con una doppia seduta. In mattinata, nel programma dell’intensa doppia seduta, forza ed esercitazioni tattiche; nel pomeriggio, sessione di lavoro intermittente e partitella. Oggi Sottil e i suoi atleti in campo alle 16.30.Organizzato il prossimo impegno del pre-campionato rossazzurro: sabato 18 agosto alle 20.30, allo stadio “Falcone-Borsellino”, gara amichevole con il Paternò, formazione ai nastri di partenza del prossimo torneo regionale di Eccellenza.La quota abbonamenti, un po’ a rilento in questi giorni, ma comprensibilmente per la città deserta e anche, chissà, per la delusione delle ultime vicende, è arrivata a 5.182 tagliandi venduti.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *