Calcio Catania, si ricomincia da tre


 
 
 
 
Daniele Lo Porto

CATANIA –  Nessuna rivoluzione, anzi si partirà da alcuni punti fermi della stagione appena conclusa. Nuovo tecnico sì, ormai a giorni dovrebbe essere messo nero su bianco con Andrea Sottil, ma l’ossatura della squadra della prossima stagione c’è già. Si ripartirà con la certezza si avere una delle più fedeli tifoserie. I 226.215 spettatori paganti in 23 gare al “Massimino” sono un dato che neanche 3 o 4 club di Serie A riescono a raggiungere, gli abbonati saranno al solito tra i 5.000 e i 5.500, il dato oscilla a seconda dell’impatto che avrà la campagna acquisti. E tanti paganti e abbonati  sono una voce importate nel bilancio di previsione. Si riparte da un bilancio che sarà sgravato dalle pendenze lasciate dalla sciagurata gestione di Pablo Cosentino (oltre 3 milioni di euro nell’ultimo anno, grazie al lavoro diplomatico della dirigenza etnea). Il bilancio sarà, inoltre, rimpinguato da alcune plus valenze importanti per un club di Serie C. Almeno due-tre potrebbero essere le uscite importanti: dal difensore Luka Bogdan, richiesto da club di B e anche dalla Fiorentina, all’attaccante Maks Barisic, che in seconda serie ha più di un estimatore. Anche Matteo Pisseri e Kalifa Manneh, il primo una certezza, l’altro una promessa, potrebbero trovare facilmente mercato, ma l’ ad. rossazzurro non se ne priverà facilmente se non con una adeguata contropartita economica.  Proprio Pisseri e il resto del reparto difensivo, i senatori Biagianti e Lodi, i catanesi Di Grazia e Bucolo, il cannoniere Curiale e il velocista Manneh. Punti interrogativi al momento per gli attaccanti Russotto, stagione sfortunata ma in crescendo nel finale; Rossetti, per gran parte della stagione infortunato, dopo un buon avvio, e Brodic, prestito in scadenza, ma c’è l’opportunità del riscatto. Si è visto poco, solo quattro gare, ma le due reti e i movimenti sono da attaccante di peso.

In settimana si conoscerà il nome del nuovo tecnico, poi si lavorerà concretamente al mercato, per avere l’organico quanto più completo possibile per l’inizio del ritiro che sarà a metà luglio, come sempre a Torre del grifo. Già il 29 primo impegno nella Coppa Italia maggiore, mentre partirà la campagna abbonamenti che ricalcherà prezzi e modalità della scorsa stagione. “Il Catania è tornato”, ha ribadito Lo Monaco, sottolineando che scongiurato il rischio fallimento (ma sono stati necessari due anni lacrime e sangue) è iniziato il progetto per il ritorno in Serie A.

Dal Giornale di Sicilia

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *