Torna Pulvirenti, parte Lucarelli

giugno 23, 2018

 

 

Daniele Lo Porto

CATANIA – Cristiano Lucarelli parte, Nino Pulvirenti ritorna. Lo ha anticipato l’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco, tornato in sala stampa a due settimane dalla delusione della mancata finale per la serie B. “Lucarelli non sarà più il tecnico del Catania. La decisione è presa, ci dobbiamo rivedere per trovare l’accordo sulla risoluzione del contratto. Il campionato della squadra è stato eccezionale anche se i calciatori sono mancati nei momenti topici. Abbiamo ingaggiato anche il mental coach per non lasciare nulla di intentato. Credevamo nella promozione diretta, poi nei play off, alla fine è andata male – dichiara Lo Monaco -. Punteremo alla serie B con ancora maggiore convinzione nella prossima stagione, ma non possiamo farlo con lo stesso allenatore che ha fallito l’obiettivo, dopo che fin dall’estate si diceva che avevamo la migliore squadra e così era”.

L’ad. etneo non muove precise accuse al tecnico, ma sicuramente la gestione di un calciatore importante come Ciccio Lodi non è stata gradita e alcune improvvide dichiarazioni “a caldo” hanno creato una voragine tra la panchina e la piazza. “Lo abbiamo agevolato, protetto, garantito fino alla fine…” aggiunge Lo Monaco, ma bisogna voltare pagina. Sul nome del nuovo tecnico nessuna anticipazione, ma ormai c’è poco da aspettare: entro la settimana prossima sarà ufficializzato. Andrea Sottil sembra essere saldamente piazzato in pole position, sembra poco credibile l’opzione Aimo Diana, che non ha grande esperienza di Serie C e pur avendo rilanciato la Sicula Leonzio potrebbe non essere adatto ad una piazza importante come Catania.

Potrebbe, invece, tornare presto nelle sue funzioni di presidente Nino Pulvirenti, smaltiti daspo e inibizione, il patron rossazzurro potrebbe presto riassumere ufficialmente la guida della società in occasione di un prossimo rimescolamento del Consiglio di amministrazione. Per quanto riguarda i calciatori c’è già un nucleo dal quale ripartire: i senatori Biagianti e Lodi, i giovani Di Grazia e Manneh, il miglior portiere Matteo Pisseri e il miglior attaccante Davis Curiale.

Dal Giornale di Sicilia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *