Il Catania si riscopre Catania e strapazza la Reggina: 4-1

maggio 15, 2019

 

 

 

CATANIA – REGGINA 4-1

Marcatori: 18’ Sarno, 20’ Salandria, 37’ Di Piazza; nel st 12’ Di Piazza, 35’ Marotta.

CATANIA (4-3-1-2): Pisseri 7; Calapai 6,5, Aya 6, Silvestri 6, Marchese 6,5; Bucolo 6,5 (26’ st Carriero 6) Biagianti 6,5, Rizzo 6,5 (40’ st Angiulli sv); Sarno 7,5 (26’ st Llama 6), Marotta 7 (40’ st Manneh sv), Di Piazza 7 (26’ st Curiale 6,5). A disposizione: Bardini; Lovric, Baraye, Valeau, Lodi,  Liguori, Brodic. All. Sottil 7.

REGGINA (3-5-2): Confente 6,5; Conson 6, Gasparetto 5,5, Solini 5,5; Salandria 6, Zibert 6 (18’ st Marino 6), De Falco 6, Strambelli 6 (18’ st Ungaro 5,5), Procopio 5,5 (1’ st Baclet 6); Bellomo 6,5 (25’ st Tulissi 6), Doumbia 6,5 (25’ st Martiniello 5,5). A disposizione: Farroni, Viddvsek; Ciavattini, Redolfi, Pogliano, Seminara,  Sandomenico. All. Cevoli 6.

Arbitro: Ayroldi di Molfetta 6,5

Ammoniti: Sarno e Solini per reciproche scorrettezze, De Falco, Curiale e Tulissi  per gioco falloso. Recuperi pt 1’ e st 4’. Calci d’angolo 5-4. Spettatori 6.546 per un incasso di 89.410 euro.

CATANIA – La formazione rossazzurra  passa il turno al termine di una partita dura, aspra a tratti anche cattiva, che il Catania vincere con autorevolezza. Il risultato non deve far pensare ad una Reggina arrendevole, anche se dopo la rete del 3-1 gli ospiti, che dovevano necessariamente vincere, hanno mostrato un evidente crollo psicologico. Curva Nord numerosa e affollata come non si vedeva da tempo, circa cinquanta tifosi reggini nel settore Ospiti. L’atmosfera è adeguata all’importanza della partita, in campo e sugli spalti la tensione è palpabile. Sottil, al suo ritorno sulla panchina,  recupera Silvestri al centro della difesa, rinuncia a Lodi e schiera Sarno dietro le punte, Bucolo e Rizzo sostengono Biagianti a centrocampo. Squadra ben disposta e, finalmente, anche motivata. La Reggina replica subito al gol alla Maradona di Sarno, inzuccata di Salandria su cross dalla parte opposta di Doumbia, ma poi con Di Piazza, deviazione “sporca” e carambola su Gasparetto che spiazza il proprio portiere, il Catania va al riposo in vantaggio. La rete del 3-1 di Di Piazza, perfettamente imbeccato da Marotta, equivale al ko e anche Marotta partecipa alla festa e torna al gol, con un piattone facile facile con la porta spalancata dopo un’incursione bruciante di Curiale. “Olè” finali e ritrovato feeling con la tifoseria.

Primo turno dei play off nazionale per il catania il 19 maggio in trasferta e il 22 maggio al Massimino, contro una tra: Arezzo, Carrarese, Feralpisalò, Monza e Potenza.

One Comment

  1. Turi Sapienza

    maggio 15, 2019 at 11:43 pm

    MIRACULU, MIRACULU ,SANTAITUZZA HA FATTU U MIRACULU DI TRASFURMARI ” BROCCHI ” in novelli ” MESSI e RONALDO ” . Battuta clamorosamente la Reggina ( 4-1 ) con un gioco spumeggiante e risoluto al MASSIMINO . Continuando a giocare cosi i giocatori rosso/azzurri potranno avvisare i restanti avversari che ” NON C’E` PIU` TRIPPA PER NESSUNO ” . A questo punto mi affiora una domanda legittima : A QUANTO AMMONTA IL PREMIO PATTUITO IN QUESTI ULTIMI GIORNI FRA GIOCATORI E DIRIGENTI PER LA PROMOZIONE IN SERIE B ? iu ricu : ASSAI ASSAI – traducendo in nobile lingua italiana – : MOLTISSIMO MOLTISSIMO .E adesso emetto spontaneo e maliziosetto un pensiero : MA NON POTEVANO FARLO MOLTO TEMPO PRIMA QUESTO DISCORSO IN MODO DA NON FAR VENIRE IL MAL DI CUORE A TUTTI I TIFOSI CATANESI PER UN CAMPIONATO INTERO ?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *