Catania, “Alfa et Omega: i suoni del cosmo”: lo spettacolo conclusivo tra melodie cosmiche e scenari astronomici

aprile 23, 2019

CATANIA – Tre giorni all’insegna della musica tra tradizione e religiosità, con il Festival Meltin’Folk, che hanno visto l’alternarsi di protagonisti di rilevanza nazionale ed internazionale. Dopo i primi due incontri, che hanno avuto un notevole successo, l’appuntamento conclusivo è con lo spettacolo musicale “Alfa et Omega: i suoni del cosmo”con Giuseppe Severini e Marilena Lanzafame, mercoledì 24 aprile alle ore 18.00 presso le Terme della Rotonda, nel cuore del centro storico di Catania.

“Alfa et Omega: i suoni del cosmo” è una riproposizione dei suoni cosmici immaginati dalla cultura greca antica e, filtrati attraverso la latinità, in vario modo giunti dentro il Medio Evo. Il programma prevede una considerazione dei suoni degli elementi e, attraverso il canto di alcuni strumenti ricostruiti, un suggerimento delle armonie cosmiche immaginate dagli antichi. Uno strumento particolare, realizzato nella Casa della Musica e della Liuteria di Randazzo, serve per evocare questi suoni immaginari, a fianco dei suggerimenti provenienti da oggetti sonori storicamente noti. La scenografia succintamente presenta immagini di questo scenario cosmico, astronomico e metafisico. Giuseppe Severini ha frequentato il corso straordinario di Mandolino presso il Conservatorio di Padova e attualmente dirige la Casa della Musica e della liuteria a Randazzo. Si dedica alla ricostruzione di strumenti a corda medievali e all’esecuzione di musica sacra e profana dei secoli XII-XIII, in particolar modo alla reinterpretazione delle prime polifonie dell’occidente suonando uno strumento raro da lui costruito: la Symphonia celestis, in coppia con Marilena Lanzafame.Marilena Lanzafame, diplomata in pianoforte, ha conseguito il diploma di Musicoterapeuta presso la Pro Civitate Christiana di Assisi. Attualmente insegna pianoforte e musicoterapia nelle scuole statali e svolge attività concertistica. Collabora con l’associazione “Secoli bui” per lo studio e la ricerca sulla musica e sugli strumenti dei secoli XI e XII.

Il Festival Meltin’Folk “Il canto dell’anima, fra religiosità e tradizione”, organizzato dall’Associazione culturale Darshan con la direzione artistica diMaurizio Cuzzocrea, è patrocinato dalla Regione Siciliana (Assessorato del Turismo, Sport e Spettacolo, Assessorato Beni Culturali e Identità siciliana), dal Polo Regionale di Catania e dal Comune di Catania (Assessorato Attività e Beni culturali) ed è realizzato in collaborazione con AreaSudItaliafestival.

“Meltin’Folk” rientra, infatti, tra le iniziative inserite in “Italiafestival”, la più importante associazione di festival italiani, nella quale la Sicilia è rappresentata dalla rete di festival realizzata dalle associazioni AreaSud, Darshan e Il Tamburo di Aci.

L’Associazione Culturale Darshan, attiva in Sicilia dal 1998, sin dagli esordi si è segnalata agli addetti ed al pubblico come un ente attento all’aspetto della valorizzazione della cultura locale in ambiti internazionali, da un lato rappresentando artisti e gruppi di artisti per promuovere il loro sviluppo ed incrementare le loro possibilità di crescita professionale, dall’altro realizzando una programmazione concertistica regolare e di ampio valore artistico.

AreaSud, attiva dal 2006, è un’associazione finalizzata a realizzare una rete per la promozione di iniziative legate al mondo della cultura tradizionale, sia nel settore artistico degli spettacoli, sia nel settore della valorizzazione del patrimonio culturale legato agli usi ed ai costumi tradizionali. Promuove l’omonima rete di festival, aderente a livello nazionale ad Italiafestivale a livello internazionale a European Festival Association.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *