Amministrative, Riccardo Pellegrino: “Pronto a continuare fuori da Palazzo degli elefanti”

giugno 12, 2018

 

 

 

CATANIA – “Mentirei se dicessi che non sono amareggiato per il risultato elettorale” afferma Riccardo Pellegrino, esponente del movimento civico Un cuore per Catania. “Abbiamo avuto bisogno di un po’ di tempo per incassare il colpo e fare un’analisi di questa campagna elettorale, ma non ci fermiamo qui. Le amministrative sono state il punto di partenza del nostro progetto politico”. “Un Cuore per Catania riparte più forte di prima: è chiaro che dietro di noi non ci sono né padroni né padrini” prosegue Pellegrino. “Nessun ombra di mafia, come qualcuno ha cercato di far credere. Siamo stati bombardati durante tutta la campagna elettorale da notizie che hanno avuto il solo intento di infangare la mia persona e mettere i bastoni fra le ruote ad un movimento civico fatto da persone oneste, lavoratori, gente per bene”.
“Il risultato raggiunto, che per alcuni potrà essere irrisorio, è frutto del nostro essere tra la gente. Ho SCELTO di non nascondermi un simbolo noto, di non correre per un partito nazionale che non ha mai premiato e incoraggiato il mio cammino. Ed ero consapevole che la scelta sarebbe stata rischiosa. Ma io non sono mai stato attaccato alle poltrone, vivo la politica come vocazione e servizio e il mio impegno continuerà anche al di fuori delle mura di Palazzo degli Elefanti”.
Continueremo ad ascoltare e a dare voce a chi fin ora dalla politica non si è sentito rappresentato. Lavoreremo per le periferie, ascolteremo le esigenze delle persone e cercheremo di essere tramite con le istituzioni”.
“Spero che le proposte che porteremo avanti vengano ascoltate e vagliate con pari valore e dignità, anche se non avremo un nostro rappresentante in Consiglio. Mi auspico – conclude Riccardo Pellegrino – che il nuovo Sindaco sia il sindaco di tutti i catanesi e auguro buon lavoro a Salvo Pogliese e alla sua Giunta”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *