Giro giro Tondo

CATANIA – Da stamattina, su espressa sollecitazione del sindaco Bianco, è entrato  in vigore in via sperimentale una nuova viabilità della zona del Tondo Gioeni allo scopo di agevolare il deflusso del traffico sulla Circonvallazione. In contemporanea ci sarà anche la riduzione del restringimento della carreggiata causato dal cantiere per il rifacimento del prospetto del Tondo Gioeni.
Le auto provenienti da via Giovan Battista Grassi in direzione sud non potranno più proseguire fino alla Circonvallazione ma dovranno svoltare a destra lungo via Giovanni Grasso, da lì si immetteranno in via Pietra dell’Ova e successivamente in via Albertone fino a giungere in via Petraro e quindi in via Passo Gravina. In questo modo si diminuirà in maniera considerevole il numero di auto in transito dal Tondo Gioeni. La via Grassi in direzione nord non subirà alcuna modifica mentre il senso unico in via Albertone sarà invertito. La nuova viabilità sarà sperimentale e l’intera area sarà fortemente presidiata dai Vigili urbani.
Il sindaco di Catania Enzo Bianco nel corso del sopralluogo effettuato in via Castorina dove i lavori procedono spediti e al Tondo Gioieni, insieme all’assessore Luigi Bosco, al Comandante dei Vigili urbani Pietro Belfiore, ai tecnici comunali ed ai responsabili dell’impresa che sta eseguendo i lavori, ha inoltre dati disposizioni affinché il restringimento della Circonvallazione fosse il più rapidamente possibile limitato. La protezione che ha comportato la riduzione della carreggiata transitabile all’altezza del Tondo Gioeni si è resa necessaria per ragioni di sicurezza poiché nel corso dell’intervento sul prospetto che scende da via Matteo Albertone per evitare il rischio che pietre o altro potessero finire sui mezzi in transito. In ogni caso già da ieri sono stati potenziati i presidi in zona dei Vigili Urbani in maniera da rendere la viabilità il più scorrevole possibile.
“I lavori – ha precisato il sindaco Bianco – procedono secondo il piano prestabilito e si concluderanno entro Ferragosto. L’attuale disagio, peraltro necessario, sarà limitato al massimo anche grazie al piano sperimentale di viabilità ed alla presenza di numerose pattuglie dei Vigili Urbani. Un ulteriore miglioramento avverrà quando, con grande anticipo sui tempi previsti, il prossimo 31 marzo entrerà in funzione la nuova tratta della Metropolitana da Nesima in centro che consentirà una riduzione del 20-25% dei volumi del traffico proveniente da Misterbianco in direzione Ognina”.
“Il progetto che riguarda il Tondo Gioeni – ha ricordato il Sindaco – ha la doppia finalità di mettere in sicurezza sotto il profilo idraulico e geotecnico un nodo fondamentale per la viabilità cittadina e di definire il frontale prospettico a nord della via Etnea creando un ideale collegamento con la piazza Duomo e la fontana dell’Amenano, detta ‘l’acqua a linzolu’. Il materiale utilizzato sarà quello tradizionale della città e cioè la pietra lavica e la pietra bianca di Comiso. Un importante intervento architettonico che trasformerà questo slargo in una delle più belle piazze di Catania”.
I lavori della sistemazione a verde e artistico-architettonica del prospetto del Tondo Gioeni, che sono iniziati lo scorso 13 febbraio avranno la durata di sei mesi e quindi si concluderanno entro il prossimo mese di agosto.
Nel contempo procedono altrettanto speditamente i lavori che permetteranno di collegare attraverso i sottopassi, la strada di via dei Salesiani con il piazzale Aldo Moro, aree oggi divise proprio dalla perpendicolare di via Vincenzo Giuffrida, che dureranno sei mesi e, quindi, come per il Tondo Gioeni, la loro conclusione è prevista anch’essa per l’agosto 2017.
Prolungando la via Roberto Giuffrida Castorina e, utilizzando i sottopassi esistenti sotto la via Vincenzo Giuffrida, si verrà a creare un percorso che consentirà ai veicoli di bypassare il Nodo Gioeni per raggiungere viale Mediterraneo e la stessa Circonvallazione in direzione Ognina.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *