Giornata della memoria per le vittime della mafia

marzo 21, 2018

 

 

 

 

CATANIA – Saranno quasi 10 mila i partecipanti al corteo regionale e alle manifestazioni che si svolgeranno a Catania mercoledì 21 marzo in occasione della XXIII Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie; promossa da Libera, associazioni nomi e numeri contro le mafie. La manifestazione, organizzata in città con la collaborazione del Comune di Catania, è stata presentata nella Sala Giunta di Palazzo degli Elefanti dall’assessore alla Legalità Rosario D’Agata e dal coordinatore provinciale di Libera, Giuseppe Vinci, presente anche il consulente del Sindaco per i Rapporti istituzionali, Francesco Marano.
Un lungo corteo, momenti di raccoglimento in via Beccaria con la lettura dei quasi mille nomi delle vittime delle mafie e quattro seminari sono i principali eventi della “Giornata” che prenderà il via alle 9 da piazza della Repubblica, dove confluiranno gli studenti giunti da tutta la Sicilia e radunatisi poco prima nel piazzale Chinnici. I ragazzi, insieme a circa 150 familiari di vittime della mafia, autorità e amministratori con i gonfaloni, inizieranno un percorso di un chilometro e seicento metri che attraverserà corso Sicilia, piazza Stesicoro, via Etnea, viale Regina Margherita, via Ipogeo, piazza Lanza, via Gigi Macchi.
Il  culmine della manifestazione è  previsto alle 11 in via Cesare Beccaria, di fronte al murales dedicato alle vittime della mafia sul muro di cinta della Casa circondariale, con la lettura dell’elenco delle vittime innocenti delle mafie in alternanza tra l’esterno e l’interno del carcere di piazza Lanza. Subito dopo ci sarà  il collegamento in streaming con Foggia, sede del raduno nazionale, per il discorso di Don Luigi Ciotti, fondatore e presidente di Libera.
“Catania – ha detto D’Agata – già nel 2014 ha istituito la Giornata cittadina della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie e anche quest’anno ospita e partecipa al corteo, tra l’altro regionale, e rinnova la propria collaborazione con un’associazione che è un riferimento fondamentale sulle tematiche della lotta alla mafia”.
“Terra, solchi di verità e giustizia’ – ha sottolineato Vinci – è  il tema principale della manifestazione 2018 che si svolgerà a Catania, piazza regionale, anche con la collaborazione della casa circondariale di piazza Lanza e dei detenuti, con i quali abbiamo avviato un percorso di sensibilizzazione che comprende incontri con i familiari delle vittime delle mafie. Il momento più importante della giornata del 21, che coincide con la primavera segno di rinascita, sarà proprio la lettura del lunghissimo elenco di nomi delle vittime innocenti delle mafie, che avverrà davanti al murales in via Beccaria, in alternanza tra l’esterno del carcere e l’interno dove si troveranno insieme detenuti e anche alcuni familiari delle vittime”.
Al termine della manifestazione mattutina, i familiari delle vittime della mafia saranno ospiti nel Palazzo degli Elefanti per un pranzo offerto da Libera e preparato dagli studenti dell’istituto alberghiero Karol Wojtyla di Catania.
Nel pomeriggio, a partire dalle 14.30, sono previsti quattro seminari tra Palazzo della Cultura Minori dell’area penale e comunità educanti” e Terra solchi di verità e giustizia ), Palazzo dei Chierici (Giustizia sociale e lotta alle povertà) e l’Auditorium Beppe Montana dell’istituto comprensivo Vespucci-Capuana Pirandello (Per una scuola che libera).
La manifestazione di  mercoledì 21 sarà preceduta la sera del 20, alle 19, da una veglia per la pace nella chiesa Santi Pietro e Paolo con familiari delle vittime, ragazzi dell’area penale del carcere impegnati in un percorso con Libera, rappresentanti delle varie religioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *