Librino: più "città satellite", meno periferia

D.L.P.

CATANIA – Quarantasei anni dopo due progetti dell’urbanista Kenzo Tange saranno realizzati rendendo il quartiere di Librino un po’ meno periferia e più “città satellite”. Sono stati aggiudicati, infatti, i lavori relativi alle strade del Parco Urbano e della cosiddetta Spina Verde, ovvero le opere di urbanizzazione della zona Castagnola sempre a Librino. Questi interventi, i cui cantieri apriranno già nei prossimi giorni, fanno parte del cosiddetto “Patto per lo Sviluppo di Catania”. I lavori del Parco urbano, aggiudicato per un importo netto di 2 milioni 233.639, fanno parte degli obiettivi individuati nel settore ambientale, nel quale sono previsti due lotti. del Parco Urbano, dei quali questo è il primo. In questo modo si dovrebbe permettere il recupero di un’ area fortemente degradata, poiché la via del Parco è l’asse portante che si trova nella zona San Teodoro, la più grande per estensione delle dieci che compongono Librino.

Per quanto riguarda La Spina Verde, ovvero le opere di urbanizzazione del quartiere Castagnola, la parte aggiudicata è la prima di tre lotti per il completamento delle strutture a verde del quartiere Librino, per l’importo netto di euro 1 milione 778.703. Tra le dieci zone di cui si compone Librino, la più strutturata è Castagnola perché in essa sono già state realizzate una chiesa, un centro sociale, degli uffici e una struttura commerciale, gli orti urbani. Le ditte aggiudicatarie sono: per il Parco Urbano, l’Ati Conscoop con la capogruppo Ingegneria Costruzioni Colombrita s.r.l. e per la Spina Verde il consorzio Stabile Agoraa s.c.a.r.l.

Dal Giornale di Sicilia

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *