Lo scienziato Leonard a Etna Comics. Bagno di folla per il celebre attore di The Big Bang Theory

giugno 9, 2019

 

 

 

CATANIA – È il sorriso divertito di Johnny Galecki, con la sua voglia di catturare ogni istante dell’esperienza vissuta a Catania, l’immagine perfetta della seconda giornata di Etna Comics 2019. Un sorriso aperto, sincero, di quelli che ripagano ogni attesa. Un sorriso che l’attore americano, reso celebre dal personaggio di Leonard Hofstadter in The Big Bang Theory, non ha risparmiato a nessuno.

A chi lo attendeva all’ingresso, a chi lo ha aspettato paziente in sala, a chi, incredulo, lo ha riconosciuto nella sua passeggiata, fuori programma, tra i viali del centro fieristico “Le Ciminiere.” Un bagno di folla, euforica ma composta, tra appassionati, staff, giornalisti, fotografi e telecamere, a fare da cornice ad un momento unico, che la manifestazione potrà archiviare come uno dei più belli e coinvolgenti della sua storia. A fare gli onori di casa, il direttore della kermesse, Antonio Mannino, che ha accompagnato il nerd più simpatico e famoso della TV, nel suo lungo giro tra incontri col pubblico, in una sala eSports gremita in ogni ordine di posto, autografi e foto con i fan in Area Palco, e interviste con inviati da ogni parte d’Italia. Si è concesso a tutti. E tutti, in un modo o nell’altro, hanno avuto modo di poterlo vedere da vicino, assaporando, almeno per un attimo, l’emozione dell’incontro.

Etna Comics come il San Diego Comic-Con. Il paragone è forte, ma se a farlo è uno come Galecki, è l’intera città di Catania a giovarne in termini di orgoglio, prestigio e importanza. Arancino e non arancina, secondo una complicata formula fisica. Ha detto anche questo l’illustre super ospite della manifestazione che, nella sit-com più seguita e longeva di sempre, interpreta un geniale ma goffo scienziato. Inevitabile l’ovazione in sala e le risate quando, subito dopo, rivela le origini palermitane della madre.

Un’ora di ricordi, aneddoti e retroscena legati alla serie, campione di ascolti, che sta per dire addio al suo pubblico. E a sorpresa, il blitz del doppiatore italiano, Gabriele Lopez, ospite di Etna Comics, che Galecki ha abbracciato e definito il suo “fratello” italiano. Quindi in anteprima assoluta la proiezione dell’episodio n. 20 della dodicesima stagione (Il riverbero della decisione) oltre a una speciale retrospettiva di 20 minuti dal titolo Unraveling the Mystery: A Big Bang Farewell in cui Leonard e Penny accompagnano i fan in un nostalgico viaggio negli ultimi 12 anni, presto disponibile in esclusiva su Infinity.

Al termine degli appuntamenti in programma, Galecki ha espresso il desiderio di andare a ringraziare personalmente, attraversando i padiglioni e i viali del centro fieristico, lo staff della 501st Legion, organizzazione mondiale di appassionati di Star Wars, per la targa ricevuta in dono e la nomina di membro onorario.

Dalla simpatia di Galecki alla comicità di Casa Surace, il passo è stato breve. Perché a pochi metri da un mondo, ad Etna Comics se ne apre subito un altro, lontano anni luce. E così dal salotto di The Big Bang Theory i visitatori sono stati catapultati nell’esilarante quotidianità di nonna Rosetta con Riccardo, Daniele, Fernanda e Renata e quell’umorismo tipico del mezzogiorno, genuino, spontaneo e mai banale. Ad aggiudicarsi l’Armor & Sartorial Cosplay Contest rispettivamente Tindaro Idotta, con Link – The Legend of Zelda, e Kris Tedeschi, con Mercenary Magician.A chiudere la seconda serata il concerto dei Nanowar of Steel, acclamati dai fan che hanno intonato le loro canzoni per tutto lo spettacolo.

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *