Catania – Marina di Ragusa 6-1

luglio 28, 2019

MASCALUCIA – Primo allenamento condiviso per la squadra rossazzurra dopo due settimane di ritiro pre campionato. La squadra di Andrea Camplone ieri pomeriggio ha ospitato a Torre del grifo il Marina di Ragusa, serie D, di mister Salvatore Utro. 6 a 1 il risultato al termine di tre tempi da 30 minuti, senza..sconti, nonostante il gran caldo. A segno: Bucolo, Catania, Mazzarani, doppietta di Marchese e Distefano per gli etnei, Iannizzoto per la squadre ospite. Prova subito in salita,  ma d’altronde  il tecnico del Catania l’ha detto subito: “Dobbiamo partire alla grande” e dopo il test di metà settimana, sempre nel centro sportivo etneo, contro il Licata di Calogero Campanella, sarà già vigilia della prima gara ufficiale della stagione 2019-20. Troppo presto, naturalmente, per trarre le prime indicazioni di una squadra in piena evoluzione e che ricomincia dal passato tattico che ha dato le maggiori soddisfazioni, il 4-3-3 di Pasquale Marino, quello di Simeone, Mihajlovic, Montella e Maran, che ottenne l’ottavo posto in Serie A.  Il Catania, infatti, domenica prossima ospiterà al “Massimino” il Fanfulla per il primo turno, ad eliminazione diretta, della Coppa Italia maggiore. L’incontro, quindi, non dovrebbe essere affrontato sottogamba, ma sarà un’occasione per cominciare a rodare gli schemi e valutare le capacità di espressioni dei calciatori, vecchi e nuovi, in un organico che è ancora in buona parte da definire e nel quale spicca, al momento, il ritorno, per certi versi clamoroso, di Andrea Mazzarani, che per esperienza e capacità tecniche, può e deve assumere un ruolo di leader. Accanto a lui se è data per scontata la presenza di “senatori” come Biagianti e Lodi, restano ancora da valutare quelle di Llama e Marchese. Quest’ultimo è reduce da un buon girone di ritorno e sta mettendosi mostra in questa fase di ritiro.

Catania-Marina di Ragusa 6-1: pt 4° Bucolo; st 5° Catania, 28° Mazzarani; tt 3° Iannizzotto (MdR), 8° Marchese, 11° Marchese, 19° Distefano.
 
Catania primo tempo (4-3-3): Furlan; Calapai, Noce, Esposito, Pinto; Bucolo, Lodi, Llama; Sarno, Di Piazza, Manneh.
Catania secondo tempo (4-3-3): Furlan; Calapai (Biondi), Noce (Silvestri), Esposito, Pinto (Marchese); Dall’Oglio, Mazzarani, Welbeck; Catania, Curiale, Di Molfetta.
Catania terzo tempo (4-3-3): Furlan; Biondi, Berti, Silvestri, Marchese; Rizzo, Lombardo (Arena), Brodic; Distefano, Rossetti, Liguori. A disposizione: Pisseri.  Allenatore: Camplone.

Procede a rilento, ma con costanza la campagna abbonamenti, che certo non è stata scossi da particolari colpi di mercato: 1.654 tagliandi venduti in 14 giorni. SI spera in un incremento con i primi risultati, se positivi, ma il “tetto” dei 5.500 abbonamenti dello scorso anno, falsato dall’illusione del ripescaggio in B, è lontanissimo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *