Ordine dei medici, consulente un supermagistrato

gennaio 12, 2019

 

 

CATANIA – “Valuterò il percorso amministrativo fatto verso l’acquisto della nuova sede
dell’Ordine ma non l’opportunità dell’impegno economico fatto a nome degli iscritti”. E’ il primo chiarimento che l’ex Procuratore generale della Corte d’Appello di Catania, dott Salvatore Scalia, ha dato al termine del primo incontro con i rappresentanti del Consiglio direttivo dell’Ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri della Provincia di Catania presieduto dal prof Diego Piazza, che nella prima seduta del 2019 lo avevano invitato a revisionare i principali atti amministrativi della precedente gestione ordinistica con particolare riferimento proprio all’acquisto ed al relativo progetto di ristrutturazione di Villa Silvia di proprietà della famiglia di imprenditori catanesi, Costanzo. Ringraziando della fiducia e della stima professionale dimostrata dall’Ordine, Scalia ha aggiunto che “l’obiettivo è comunque ristabilire, qualora fossero stati non rispettati, i principi di legalità e trasparenza che devono appartenere a questo Ente”. Lo stesso Piazza nella sua presentazione del Procuratore si era soffermato sulla “necessità di spegnere le polemiche divampate lo scorso anno attorno all’Ordine”, precisando che “la consulenza del Procuratore sarà gratuita e che lo stesso sarà affiancato da un avvocato amministrativista”.
Per il Consiglio direttivo erano presenti, oltre al Presidente, Piazza, il Segretario Di Fede, i consiglieri Liberti, Iannuzzi, Ferlito, Gurgone, Saggio e Scornavacca ed il revisore Milazzo.

Nella foto, da sinistra: Scalia, Piazza, Di Fede.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *