Rischia il licenziamento il netturbino infedele di Dusty

Rischia il licenziamento il netturbino infedele di Dusty

CATANIA –  Accertamento dell’identità dell’operaio della Dusty che, anzicchè raccogliere i rifiuti, li ha buttati davanti ad una bottega in via Negrelli, non sapendo di venire ripresa da una videocamera di sorveglianza. Un gesto che sembrerebbe quasi una personale vendetta, non avrebbe altro senso il perché abbia svuotato il contenuto di una scatola di cartone presa dal cassone per terra per poi tornare al mezzo come se nulla fosse.  L’assessore all’Ecologia, Fabio Cantarella, ha preannunciato che presenterà denuncia in procura, corredata dal filmato. Rossella Pezzino de Geronimo, da parte sua, assicura un procedimento disciplinare esemplare, perché è stata già accertata l’identità del netturbino infedele, componente di una squadra di tre lavoratori. Anche se la direzione della Dusty non ha alcuna responsabilità, si aggiunge un altro elemento di attrito tra azienda e Comune, che non sono mai riuscite a trovare una adeguata sintonia, in parte dovuta a un contratto con qualche zona grigia e per la continua emergenza rifiuti determinata in città da un inarrestabile proliferare di micro discariche, anche in centro, alimentata da cittadini incivili e da veri e propri trafficanti di rifiuti, che effettuano viaggi dai comuni vicini e scaricano di tutti, dal materiale di risulta edile, compreso l’amianto, a mobili, prodotti plastici e pericolosi. E poi c’è il fenomeno stagionale dei “pendolari dei rifiuti”, da parte di coloro che scendono giornalmente dalle località di villeggiatura e scaricano i sacchetti in città. Un danno non da poco perché ammonterebbe a circa 3 milioni di euro a  carico del Comune.

Gli interventi di bonifiche straordinarie e le campagne di educazione sono servite fino ad ora a produrre risultati modesti, stando alla realtà facilmente verificabile, in centro come in periferia, ma nonostante tutto la Dusty prosegue il suo percorso di “civilizzazione” finalizzato soprattutto ad aumentare la percentuale di differenziata che relega Catania agli ultimi posti della classifica regionale.  Per il mese di agosto si è predisposta un’intensiva azione di sensibilizzazione nei luoghi in cui si verificano dei significativi flussi di utenza quali proprio  il centro storico e il mercato “A Fera ‘o luni” di piazza Carlo Alberto, quest’ultimo, “consegnato” quotidianamente alla città dopo la chiusura delle attività commerciali, in condizioni poco decorose. Le attività Dusty saranno diversificate nelle azioni e nelle date, per mirare agli utenti con specifiche esigenze: al centro storico si opererà in fascia serale-notturna, quando la movida estiva tiene banco allestendo l’Isola Ecologica Mobile e attraverso il ‘gioco’ BaRAEEttiamo; mentre al mercato della piazza Carlo Alberto si agirà di mattina in fascia commerciale, direttamente con gli operatori. In piazza Carlo Alberto si  partirà da lunedì 5 agosto con le attività di sensibilizzazione. Con la presenza dei volontari dell’associazione Economia Circolare, nei giorni 5 e 6 agosto, 19 e 20; e 26 e 27 agosto, dalle 8.00 del mattino e sino alle 14.30, saranno consegnati al Mercato agli operatori commerciali, i materiali informativi quali il dizionario dei rifiuti e il calendario settimanale della raccolta porta a porta, e si effettueranno le prime pulizie con l’ausilio di pinze e sacchi. Nelle date del 7, 21 e 28 agosto gli operatori Dusty saranno presenti in centro storico installando l’Isola Ecologica Mobile (fruibile tra le 18.00 e l’1.00 di notte in piazza Teatro Massimo. Il 7, 21 e 28 agosto, si potranno infatti barattare i Raee e ottenere così un buono omaggio che darà l’opportunità entro l’1.00 di notte, di poter godere di una consumazione food & beverage nei locali e pub convenzionati.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *