Catania, sequestrata la mensa della STMicroelectronics

ottobre 3, 2018

CATANIA – Nei giorni scorsi  alcuni dipendenti dello stabilimento industriale STMicroelectronics avevano segnalato delle carenze igienico-sanitarie, che hanno portato i Carabinieri del Nas di Catania ad eseguire una ispezione all’interno della mensa. E riscontrando quanto segnalato hanno portato al sequestro.

I locali di via Gorgone sono gestiti da una ditta di Albano Laziale (RM). Fuorilegge sia il laboratorio di produzione alimenti, in cui era in corso il confezionamento di 2.500 pasti, sia la sala di distribuzione, dov’erano in corso dei lavori di manutenzione straordinaria e tinteggiatura, con grave danno per l’integrità degli alimenti e la salute dei dipendenti.

In questo contesto è stata disposta la chiusura immediata dell’intera struttura. Il titolare della ditta, un 65enne di Terni, già gravato da precedenti penali per reati contro la pubblica amministrazione, il patrimonio e le norme che regolano la sicurezza sul lavoro, è stato denunciato per la violazione delle leggi in materia igienico-sanitaria.

Dall’Ufficio stampa della StM riceviamo: “L’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania ha disposto ieri 2 ottobre la sospensione delle attività della “All Food”, società che gestisce in appalto dal mese di agosto i servizi della mensa di via Gorgone per i dipendenti di STMicroelectronics. Il provvedimento è stato preso a seguito dei rilievi dei NAS dei Carabinieri sui locali dove avviene la preparazione e somministrazione dei pasti.
L’Azienda è intervenuta immediatamente sulla base delle segnalazioni ricevute. Il provvedimento sarà revocato appena effettuato un secondo sopralluogo per accertare la rimozione degli inconvenienti individuati dal primo. Nel frattempo i dipendenti di ST potranno usufruire dei pasti presso l’altra mensa del sito di Catania.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *