Catania - Trapani si giocano la Serie B


 
 
 

Daniele Lo Porto

CATANIA – I tre punti di vantaggio del Catania sul Trapani costringeranno gli ospiti a giocare solo per un risultato, la vittoria. “Meglio così” ha sottolineato Cristiano Lucarelli, che preferisce affrontare squadre ambiziose, a viso aperto, e non quelle che “posteggiano il bus davanti alla porta”, parole del tecnico etneo, come ha fatto la Juve Stabia.

Ieri, nel tardo pomeriggio, si è conclusa la rifinitura e poi Lucarelli ha “blindato” i convocati a Torre del grifo. Nessuna sorpresa, sono i soliti 23 di queste ultime settimane. Tutti i disponibili, in pratica, con l’esclusione di Caccavallo e Rossetti, con Ripa tornato in condizioni fisiche tanto da essere stato aggregato al gruppo già a metà settimana. Hanno recuperato anche Aya e Porcino, Bogdan rientra dopo la squalifica. Insomma,

c’è solo l’imbarazzo della scelta, ma la scelta è paradossalmente condizionato ai “soliti” undici

a parte le variazioni dovute a causa di forza maggiore. E anche se Curiale soffre ormai da oltre un mese per il mal di schiena, sarà in campo fin dal primo minuto. Strano a dirsi, ma vero: da quando è meno mobile segna di più. “Partecipa meno alla manovra dei compagni, non aggredisce gli spazi, ma sta più statico al centro dell’area di rigore, che è la casa di un vero attaccante – spiega Lucarelli – e quindi è più presente e lucido nella fase di finalizzazione”. Anche le altre scelte sono “obbligate” e anche il presunto ballottaggio tra il dinamico Porcino e l’esperto Marchese, vede quest’ultimo favorito da un virtuale…exit poll. “Giovanni ha affrontato avversari che hanno vinto il pallone d’oro, fatto la Champions e giocato in campo europeo e nei Mondiali ..” ricorda Lucarelli che si affida ai “veterani”:  oltre al difensore di Delia cita Biagianti, che giocherà la 215 partita in rossazzurro, e Lodi e anche Blondett e Mazzarani (nella foto di Filippo Galtieri)

In settimana il tecnico ha messo sotto pressione i suoi sulle palle inattive, una opportunità che il Trapani sfrutta benissimo, e preparato le contromisure tattiche per

neutralizzare il 3-5-2 “anomalo” degli avversari

che hanno ottime individualità sul fronte avanzato: Evacuo, Murano, Polidori e Marras, che potrebbero giocare in serie B in scioltezza. Il Trapani giocherà la partita della vita, facile prevederlo, ma il Catania sta attraversando la migliore fase dall’inizio della stagione, in termini di prestazioni e risultati, sostenuta da una eccellente condizione psico-fisica.

l 23 aprile 2015 morì una bimba maestra di vita, la dolce e coraggiosa Smeralda Camiolo: nel terzo anniversario della scomparsa sarà ricordata la piccola con sincero affetto, prima del fischio d’inizio di Catania-Trapani. I capitani delle squadre consegneranno sotto la Curva Nord due mazzi di fiori in memoria di Smeraldina ed i nostri pensieri Le renderanno omaggio. Il Calcio Catania abbraccia idealmente con forza papà Giuseppe, mamma Valeria, il fratellino Nicolò e la sorellina Alice.  

Pubblico da Serie A

Il trend di vendite fa presagire che si raggiungerà “quota 18.000” e sarebbe il nuovo record di presenze non solo in questa stagione, ma addirittura degli ultimi quattro anni. Guarda caso è proprio Catania-Trapani della stagione 2014-15, in serie B, l’attuale primato con 17.271 paganti. I biglietti della Curva Nord, la più calorosa, sono stati venduti tutti già sabato, pochi tagliandi disponibili per la Sud e per le due tribune, ma la B sarà probabilmente stracolma. Sicuramente fino a poco prima dell’inizio della gara ci sarà una frenetica caccia al biglietto, che potrà essere acquistato anche al Catania Point di Torre del grifo (10,30-12,30 e 15,30-18,30 e al botteghino di piazza Spedini 9-13) La 2Giornata rossazzurra”, proclamata dalla società etnea, ha avuto l’effetto di una adunata per i fedelissimi catanesi che alla promozione ci credono e sanno che passa, obbligatoriamente, dalla vittoria contro il Trapani, che sarà sostenuto da alcune centinaia di tifosi nel settore Ospiti.

Il tifo organizzato della Curva Nord ha preparato coreografie da Serie A, ancora più calorose di quelle viste e sentite per la sfida con la Juve Stabia. Per preparare tutto al meglio i fedelissimi entreranno almeno 40 minuti prima del fischio d’inizio. Non si prevedono particolari problemi di ordine pubblico, le tifoserie sono gemellate, se non per la grande affluenza di pubblico che si concentrerà nell’area dello stadio in un giorno feriale, aggravando la normale circolazione in uscita da Catania.

PROBABILI FORMAZIONI
CATANIA (4-3-3): Pisseri; Blondett, Aya, Bogdan, Marchese; Lodi, Biagianti, Mazzarani; Barisic (Russotto), Curiale, Manneh. A disp.: Martinez, Esposito,  Tedeschi, Marchese, Semenzato, Bucolo, Fornito, Porcino, Rizzo, Russotto, Ripa, Di Grazia, Brodic. All: Lucarelli
TRAPANI (3-5-2): Furlan; Fazio, Pagliarulo, Silvestri; Marras, Scarsella, Corapi, Palumbo, Rizzo; Evacuo, Murano. A disp.: Pacini, Compagno, Drudi, Bastoni, Steffè, Canino, Girasole, Aloi, Ferretti, Dambros, Musso. All: Calori
Arbitro: Massimi di Teramo
Dal Giornale di Sicilia

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *