Ospedali lontani, necessaria una postazione del 118 alla Zona industriale

ottobre 18, 2018

 

 

 

CATANIA – Gli ospedali più vicini, il Garibaldi centro e il Policlinico, sono a 20 chilometri; il Cannizzaro a 25, Il Garibaldi Nesima ad appena 12 chilometri, ma è sprovvisto di Pronto soccorso. In caso di emergenza per chi opera alla Zona industriale qualche minuto in più, in caso di infortunio o malore, potrebbe essere fatale. Come poteva esserlo per un dipendente della StM che ha dovuto aspettare l’ambulanza per circa mezz’ora., mentre veniva assistito all’interno dell’infermeria aziendale da personale qualificato.

All’interno della Zona industriale vi sono imprese del settore siderurgico, chimico, farmaceutico, aziende dove si manipolano gas o liquidi infiammabili, dove lavorano migliaia di addetti. Per questo motivo un posto per il primo soccorso, con medici ed infermieri soccorritori è indispensabile per l’intero polo. Angelo Mazzeo, segretario provinciale della Ugl metalmeccanici, torna alla carica e indirizza la sua “desiderata” all’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza.

“E’ già da diversi anni che rappresentiamo quest’impellenza, ma il nostro grido d’allarme è sempre rimasto inascoltato. Adesso – dichiara il segretario dei metalmeccanici – rivolgiamo all’assessore Razza il nostro accorato appello, perché nella nuova riforma del sistema siciliano del 118 possa prevedere una postazione che sia notte e giorno a servizio della Zona industriale. Il suo posizionamento strategico potrebbe essere uno strumento prezioso per prevenire spiacevoli eventi a danno della salute dei lavoratori, ed in tal senso sono certo che anche le stesse aziende si farebbero avanti per ospitarla nei propri locali. Ci auguriamo, dunque, che quest’esigenza, peraltro condivisa anche dai candidati a sindaco nel corso dell’ultima campagna elettorale, possa diventare presto realtà e contribuire all’aumento dei sistemi di prevenzione e sicurezza nella nostra grande area produttiva catanese”.

Daniele Lo Porto

Dal Giornale di Sicilia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *