Catania – Viterbese 1-0 Decide Lodi su rigore. Biagianti, Bucolo e Marchese non convocati per punizione

settembre 16, 2019

Marcatore: st 5’ Lodi (rigore)

CATANIA (4-3-3): Furlan 6; Calapai 6, Mbende 6,5, Silvestri 5,5, Pinto 6; Welbck 6,5, Lodi 7 (38’ st Rizzo s.v.),  Llama 6,5 (32’ st Distefano s.v.); Di Molfetta 6,5,  Di Piazza 6 ,5 (38’ st Curiale s.v.), Mazzarani 6,5 (20’ st Dall’Oglio 6). A disposizione: Martinez, Biondi, Noce, Esposito, Fornito.  Allenatore: Camplone 6,5

VITERBESE (3-5-2): Vitali 6; De Giorgi 5,5, Atanasov 5,5, Markic 5,5; Bezziccheri 6 (1’ st Urso 6), Besea 6 (34’ st Svidercoschi s.v.), De Falco s.v. (14’ pt Milillo 6), Antezza 6; Errico 6, Tounkara 6 (1’ st Volpe 6), Pacilli 6 (25’ st Molinaro 6). A disposizione: Biggeri, Maraolo, Bianchi, Ricci. Allenatore: Lopez 5,5

ARBITRO: Vigile di Cosenza 6

Ammoniti: Bezziccheri; Di Molfetta; Welbeck, Mbende, Dall’Oglio per gioco falloso. Espulso Lopez al 5’ st. per proteste. Calci d’angolo: 8 – 3. Recuperi. pt 3’ e st 5’. Spettatori. Spettatori 7.669 (5.685 abbonati, 1.984 paganti, incasso euro 21. 578).

CATANIA – Vittoria sofferta per i rossazzurri e gioia sicuramente affievolita per quanto accaduto alla vigilia dell’incontro. La società, infatti, ha deciso di non convocare per motivi disciplinari Bucolo, Marchese e Biagianti, che erano stati utilizzati nell’amichevole contro il Giarre, a metà settimana, in seguito ad un duro confronto con l’ad Pietro Lo Monaco, e Camplone per riempire la panchina ha richiamato Fornito e Rizzo, considerati non in linea con il progetto tecnico di quest’anno. Difficoltà aggiuntive, quindi, per il tecnico  che doveva rinunciare anche a capitan Biagianti, pubalgia, ed a Catania e Sarno, tornati doloranti dalla trasferta di Potenza. Nella formazione iniziale ci sono, quindi, le novità di Llama esterno di centrocampo, fin dall’inizio, e di Mazzarani esterno d’attacco. Di Piazza, com’era prevedibile, viene preferito a Curiale, Esordio da titolare per il giovane Mbende, che disputa una buona gara. L’ultima domenica balneare tiene lontano il grande pubblico dal Massimo: poco più di 7.500 tifosi sugli spalti, secondo i dati ufficiali, ma l’impressione è che molti degli abbonati abbiano disertato. Anche la Viterbese gioca in formazione largamente rimaneggiata, ma nonostante tutto parte con i piede sull’acceleratore. Il Catania, ancora “freddo” si fa sorprendere da un paio di ripartenze devastanti. Furlan salva su Toukara con qualche difficoltà. Gli etnei crescono alla distanza. Llama si muove bene, Di Piazza e Mazzarani si trovano alla perfezione. Al 39’ bella giocata di Di Piazza dal limite e palla respinta dall’incrocio a portiere battuto. Nella ripresa la svolta della gara: batti e ribatti in area di rigore e l’arbitro vede un tocco di mano degli ospiti. Calcio di rigore, proteste accese e Lodi trasforma dagli undici metri.

Sbloccato il risultato il Catania trova maggiore precisione e incisività e legittima la vittoria, seppur di misura. “Dopo Potenza la squadra doveva reagire e l’ha fatto nel migliore dei modi. La Viterbese non era un avversario facile. I ragazzi sono bravi sul piano tecnico e caratteriale – ha dichiarato Andrea Camplone in sala stampa -. Il campionato si conferma molto livellato verso l’alto”.

L’amministratore delegato Pietro Lo Monaco puntualizza: “Le mancate convocazioni odierne dei calciatori Rosario Bucolo, Giovanni Marchese e Marco Biagianti, ancorché infortunato, sono dettate da gravi motivi disciplinari, prontamente evidenziati e sottoposti all’attenzione degli organi federali competenti”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *