Claudio Sammartino è il nuovo prefetto di Catania

ottobre 17, 2018

CATANIA – Torna a Catania da prefetto, dopo 17 anni, dopo aver maturato esperienze in diverse Prefetture e, per ultimo, aver ricoperto l’incarico di Commissario dello Stato per la Regione Siciliana, dal 1 settembre del 2016 fino al provvedimento del Consiglio dei Ministri che ha destinato a Catania.

Claudio Sammartino torna quindi “a casa”: catanese, 64 anni, sposato, tre figli, laurea in Giurisprudenza e in Governo e gestione di Amministrazioni e imprese, è entrato nella carriera prefettizia nel 1982 a Enna, sua prima destinazione. Nel 1988 viene trasferito a Catania dove fa parte dello staff di Gabinetto. Quale responsabile della Protezione civile acquisisce una formativa esperienza sul campo, prima affrontando l’emergenza provocata dal Terremoto di Santa Lucia, 13 dicembre 1990, che provocò ingenti danni e vittime nelle province di Catania e Siracusa, poi le violente eruzioni dell’Etna con interventi di contenimento per salvaguardare i centri abitati. Tra gli altri incarichi è stato componente della Commissione di accesso al Comune di Mascalucia, della Commissione ispettiva al Comune di Piedimonte Etneo, della Commissione straordinaria ad Aci Catena, dopo lo scioglimento per mafia, commissario straordinario ai Comuni di Giarre, Aci Castello e Ispica.

Risale al 2001 la nomina a vice prefetto vicario a Ragusa, nel 2008 è vice prefetto vicario a Perugia e nel dicembre del 2009 viene nominato prefetto di Savona, nel gennaio del 2012 è titolare della Prefettura di Taranto, il 17 dicembre 2013 viene trasferito a Reggio Calabria. Dal 1° settembre del 2016 fino a lunedì scorso ha ricoperto a Palermo l’incarico di Commissario dello Stato per la Regione Siciliana. Adesso torna a Palazzo Minoriti dove succede a Silvana Riccio destinata ad altro incarico alcune settimane fa. La rotazione deliberata dal Consiglio dei Ministri riguarda i prefetti di Milano, Torino, Catania e Lecce, che hanno ricevuto il saluto del ministro dell’Interno, Matteo Salvini: “Ringrazio i prefetti per il lavoro svolto fin qui e faccio i migliori auguri per il nuovo incarico”. Il prefetto Sammartino troverà alcune situazioni di crisi, dalla disoccupazione, con le tensioni sociali che ne scaturiscono, all’emergenza ambientale per i rifiuti, alla gestione dei migranti.

D.L.P.

Dal Giornale di Sicilia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *