Coronavirus, riaprono oggi alcune attività commericiali

Coronavirus, riaprono oggi alcune attività commericiali

È entrato in vigore dalla mezzanotte e si protrarrà fino al 3 maggio la nuova ordinanza emanata da presidente della regione siciliana Nello Musumeci,  che proroga in Sicilia le misure più restrittive accogliendo dunque alcune disposizioni previste dall’ultimo Dpcm sull’emergenza Covid-19.

Confermata la chiusura, la domenica e nei giorni festivi, dei negozi di generi alimentari, così come è confermato il divieto della corsetta e della passeggiata con i figli sotto casa.

“Negli esercizi commerciali di vendita e distribuzione di generi alimentari, anche all’aperto – si legge nell’ordinanza -, gli operatori sono tenuti all’uso di mascherina, all’utilizzo di guanti monouso o, in alternativa, al frequente lavaggio delle mani con detergente disinfettante”. Inoltre, nei luoghi dove “non è possibile mantenere la distanza di 1 metro tra persone, è fatto obbligo a ciascuno di coprire naso e bocca con una mascherina o con altro adeguato accessorio”.

Dal 14 aprile saranno consentite (come da dpcm 10 aprile) le seguenti attività:

Commercio al dettaglio:

Commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria
Commercio al dettaglio di libri
Commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati

Silvicoltura ed utilizzo aree forestali

Attività manifatturiere

Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili); fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio

Fabbricazione di utensileria ad azionamento manuale parti intercambiabili per macchine utensili
Fabbricazione componenti elettronici e schede elettroniche
Fabbricazione computer e unita periferiche

 Commercio all’ingrosso:

Commercio all’ingrosso di carta,cartoni e articoli di cancelleria
Commercio all’ingrosso di fertilizzanti e altri prodotti chimici

Servizi di supporto alle imprese

Cura e manutenzione del paesaggio (parchi,giardini e aiuole) con esclusione delle attività di realizzazione

Organizzazione ed organismi extraterritoriali

Le uscite per gli acquisti essenziali, ad eccezione di quelle per i farmaci, sono limitate ad una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare.

Permane il divieto di gite fuori porta, di spostamento nelle cosidette seconde case e verso luoghi di villeggiatura.

La chiusura domenicale e nei giorni festivi, si applica anche ai servizi di consegna a domicilio, fatta eccezione per i farmaci, per i prodotti editoriali, per i combustibili per uso domestico e per riscaldamento.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *